Galli: “Montella ha dato identità ma da due anni la squadra fa gli stessi errori. Non sa gestire le fasi difficili, quando c’è un po’ di pressione”

image

A Lady Radio parla anche un ex portiere della Fiorentina come Giovanni Galli, che sottolinea un po’ gli errori ricorrenti della squadra viola: “Non è la prima volta purtroppo perché già in precedenza era successo che ci fosse un risentimento della tifoseria verso la squadra, con dei fischi. Anche lì Montella disse quasi le stesse cose di ieri, con i discorsi sulla dimensione e sull’ingiustizia delle critiche. Ieri ha anche detto che aveva già parlato con la società di quello che dovrà essere il futuro: o lui ottiene qualcosa di più sotto l’aspetto degli investimenti oppure credo che le strade inevitabilmente si dovranno dividere, c’è solo da capire quali sono stati i chiarimenti. Io dico che questa è una squadra con dei valori, a Montella dobbiamo riconoscere che ha dato un’identità ad essa, in due anni però questa squadra ha ripetuto sempre gli stessi errori e a questo va posto rimedio perché la seconda parte del campionato, specialmente nelle partite interne, il gioco della Fiorentina è di facile lettura. E’ chiaro che ci stanno le sconfitte in un campionato ma farlo in casa, davanti al tuo pubblico, fa emergere il disappunto e l’amarezza. Anche la sfortuna, perché sulla parata di Rico su Gonzalo nel 90% dei casi la palla va dentro, magari non cambiava niente ma dava uno spirito diverso alla squadra. Su quella parata credo che sia crollato tutto. Hanno trovato più volte centinaia e migliaia di tifosi ad aspettarli per osannarli, questo non è dimenticabile. Penso che Montella fosse molto amareggiato ieri sera, la Fiorentina ha sprecato tante occasioni sia a Siviglia che a Firenze. Se la squadra perde tanti equilibri nelle fasi delicate significa che queste fasi non le sa gestire: ci sono state tante partite che hanno mandato messaggi. Nei momenti in cui le cose vanno bene riescono a fare cose impensabili, quando arrivano le responsabilità del risultato questa squadra si scioglie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. voglio un allenatore che insegni ai suoi giocatori a gestire le partite , basta attaccare in 9 senza criterio e subire tantissimi goal in contropiede da quadre che poi retrocedono.

  2. E Montella da la colpa solo ai tifosi? La presuntuosità e la permalosità giocano brutti scherzi sopratutto a colui che ce l’ha.Rifletti Montella rifletti e vedrai che troverai anche tuoi errori che non sono pochi.

  3. Ieri sera abbiano visto un direttore d’orchestra che non ha steccato una nota. L’altro (il nostro)sembrava un cantastorie di paese che da un mese è senza voce. Per il futuro il meglio è Donadoni esperienza internazionale e tanta voglia di riscatto sempre viola m

  4. Con gli infortuni di quest’anno (Rossi, Gomez, Babacar, Bernardeschi, Pizarro, …) e con una rosa non proprio competitiva per tre obiettivi siamo riusciti, giocando praticamente ogni tre giorni e con la necessità del turnover, ad andare in semifinale in El e in Coppa Italia e a mantenere il 5^ posto in campionato (speriamo fino alla fine). Poiché però noi siamo i figli della gallina bianca saremmo dovuti andare in finale in El (poi se la perdi magari becchi i fischi) ed in finale in Coppa Italia (eliminando la Juve dopo averla battuta in casa propria) come successo lo scorso anno. Dovevamo, sempre perché figli della gallina bianca o perché inventori del moto perpetuo, vincere con Parma, Cagliari e Verona ed essere quindi a 64 punti e cioè secondi in classifica al pari della Roma che però noi abbiamo eliminato da entrambe le coppe. Io (tifoso viola dal 1958) sono molto contento dei risultati di questi tre ultimi anni avendo vissuto alcuni anni di belle vittorie (scudetto e Coppe incluse) ma 50 anni di sole sofferenze con retrocessioni e salvezze all’ultima partita. Certo se poi alcuni tifosi hanno visto altri films ….

  5. condivido quanti pensano che in tre anni la fiorentina ha ottenuto bei traguardi cosi come concordo con chi dice che la squadra viene meno nei momenti di maggior pressione e che commette sempre gli stessi errori (pur sapendoli) e qui l’allenatore ha o deve dare il suo. detto questo dico montella a me piace ma il suo ciclo è finito, penso anche che ci voglia un allenatore internazionale con una certa esperienza…. Koeman? p.s LA PREPARAZIONE VA INTERNAZIONALIZZATA (RIVISTA) PUNTO FONDAMENTALE

  6. x Franko: quinti siamo arrivati, ad esempio, anche nel 1978……Non c’è bisogno del superfenomeno campano, che è riuscito a farsi incartare la partita a nche dal debuttante Festa, per raggiungere certi obbiettivi……..ps nel calcio dopo 3/4 anni bisogna cambiare guida tecnica, Juve docet!

  7. Una verifica la si fa a fine anno, ma già da ora non si può negare che in questi tre anni la squadra ha ottenuto sempre dei piazzamenti in campionato entro il 5° posto, ha disputato una finale e una semifinale di coppa italia, un quarto e una semifinale di E.L. siamo stati l’ unica squadra da 18 mesi a questa parte a violare lo stadio della Juventus. Si poteva fare di più? ovvio che si poteva, ma questo non giustifica il disfattismo che è partito ieri sera nei confronti del Mister e dei ragazzi.

  8. Io inotre evidenzierei un grosso problema di preparazione atletica…..Quest’anno, al di fuori del mese di marzo, abbiamo subito sempre il ritmo degli avversari, ed ora siamo addirittura bolliti…..Via Montella da Firenze!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*