Gaudino: “Fiorentina punta ancora su Gomez perché ha fame. Montella non gli ha dato fiducia”

image

Maurizio Gaudino, ex procuratore di Mario Gomez, a Lady Radio parla così del presente e del futuro dell’attaccante tedesco: “Da quando è arrivato in Italia è sempre stato molto sfortunato con infortuni che lo hanno molto limitato. Non ha mai trovato il suo ritmo. E’ un grandissimo attaccante ma può fare la differenza solo se è al massimo. Penso che la Fiorentina dovrebbe dargli ancora tempo perché ha fame di tornare a segnare con quella continuità che abbiamo conosciuto prima di Firenze. Sicuramente la fiducia dell’allenatore conta tanto e con Montella non è mai stata al 100%, anche per questo Gomez non ha reso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. io con tutto i meriti di montela, purtroppo sono di questo parere:

    1) la perdita della coppa italia è esclusivamente colpa di montella

    2 buona parte del non rendimento di Gomez e dovuta a Montella, non facendo
    il gioco adatto a lui. con questo senza togliere le responsabilità a Gomez stesso.

    3) montella non doveva avvallare l’acquisto di Gomez, se glielo hanno imposto, doveva
    aveva il coraggio di dare le dimissioni (imparare da Conte)…. ma rinunciare a tanti soldi….

  2. Spero che Sousa punti ancora su Marione,visto che la punta del Basilea,mi sembra Streller,ha segnato una valanga di gol chissà che il gioco del portoghese non calzi a pennello per il nostro bomber,non vorrei si ripetesse un altro caso Toni,a dimenticavo allora avevamo in panchina napoli…SOLO PER LA MAGLIA

  3. Luca tifa la maglia

    Certo con Ribery da una parte e Robben dall’altra era piu’ facile fare goal. Decidera’ Sousa

  4. Mi sembra ingiusto e fuori luogo dire che Montella non aveva fiducia in lui. Fatto sta che ad un certo punto un tramontante Gilardino timbrava il cartellino più spesso alla faccia del Palmares del tedesco.

  5. Quoto Vortex.
    Goffez ha fame di soldi.
    Mi pare però che ne abbia già presi troppi a Firenze.
    Un insulto per tanti atleti (non solo del calcio) che per arrivare in alto sputano sangue ogni giorno!
    Il tedesco è arrivato in alto grazie alla classe di chi gli stava intorno che era cosi bravo da metterlo solo davanti al portiere (complici anche delle difese tedesche piene di gonzi).

  6. @marco: posa il fiasco e cerca di ricordarti di mettere le “h” al posto giusto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*