Gazzoni Frascara: “Chiedo 113 milioni di euro di risarcimento a Fiorentina e Juventus”

Il capitolo Calciopoli ancora non è finito anche perché ci sono personaggi, come l’ex presidente del Bologna, Giuseppe Gazzoni Frascara, che ritengono di avere conti in sospeso (e che conti!) con alcune società, Juventus e Fiorentina in primis e alcuni personaggi come Giraudo e Moggi, i fratelli Della Valle, Sandro Mencucci, l’amministratore delegato dei viola e l’arbitro De Santis: “Ho aggiunto 17 milioni di danni personali – spiega Gazzoni Frascara al QS – 17 anche per il dissesto della finanziaria di famiglia, la GGF. E altri 15 per aver dovuto cedere a un solo euro, insieme al Bologna, anche la finanziaria che si occupava degli aspetti immobiliari legati allo sviluppo del club. Poi ci sono i 32 già chiesti da Victoria e il totale sarebbe 81. Ma a questi vanno aggiunti 13 milioni di svalutazione e 19 di interessi. La cifra complessiva è di 113 milioni e 628 mila euro. Un’altra richiesta di risarcimento da 68 milioni (90 con interessi e svalutazione) è stata avanzata dall’Atalanta, mentre Brescia e Lecce si sono ritirate dalla ‘partita. Un conto spaventoso? Spaventoso è stato anche ascoltare le registrazioni degli imputati. Spaventoso è stato leggere che la Cassazione ha descritto alcuni protagonisti come competitori sleali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Redazione, per capire meglio la situazione andrebbero viste le motivazioni della Cassazione sulla Fiorentina e i suoi dirigenti coinvolti nel processo. In base a quello, può esserci il rischio più o meno concreto di un possibile concorso nel risarcimento danni alle parti civili che ne faranno richiesta, premesso che comunque la quantificazione dei risarcimenti spetterà ai giudici, così come la quantificazione delle percentuali a carico di chi è stato ritenuto responsabile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*