Gheorghe Hagi: “Mio figlio si è messo alla prova alla Fiorentina. Si è integrato bene e adesso…”

Gheorghe Hagi, nel corso dell’intervista concessa al sito GianlucaDiMarzio.com, ha parlato anche del figlio Ianis Hagi, arrivato questa estate alla Fiorentina: “È un numero 10 classico, con una grande visione di gioco, ambidestro. Ha personalità e le caratteristiche e le qualità per fare una strada importante. Ma, come dico a tutti i miei ragazzi, il talento non basta se non è accompagnato dall’ambizione e dalla determinazione. Però conosco mio figlio e non ho dubbi. Dopo un anno e mezzo nel Vitorul, dove ha fatto il capitano, ha scelto con entusiasmo di venire in Italia e si trova benissimo. Voleva mettersi a confronto con un calcio di grande livello come quello di Serie A, ha già imparato l’italiano e si è integrato benissimo. È un ragazzo intelligente e nel suo inserimento è stato aiutato dalla Fiorentina, che lo ha accolto bene. I viola sono una società abilissima in questo tipo di lavoro con i giovani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Sono d’accordo,sempre un pò acerbo ma ricordatevi che è ancora mooolto giovane,nel girone di ritorno deve avere un pò di spazio visto anche che ilicic è in annata no mi pare…

  2. Fracazzo da Velletri

    Lo seguo da sempre in primavera, tecnicamente è fortissimo con entrambi i piedi ma ancora non è pronto ,deve giocare con continuità in un campionato vero, comunque se la fiorentina ci crede veramente, in questo girone di ritorno deve avere spazio. Chiaramente nel suo ruolo! !

  3. credo sia ora di rischiare ad inserirlo gradualmente nel grande calcio , prima ci entra prima si inserisce…A gennaio cediamo Ilicic e utilizziamo lui al suo posto …perderemmo poco , visto quello che ci sta dando Ilicic , ma potremmo guadagnarci molto in futuro…Ariivare settimi -ottavi o noni non ha importanza ..conta molto di piu’ la valorizzazione dei giovani ..lo stesso discorso lo farei per Dicks , Babacar e se fosse per me richiamerei alla base anche Fazzi , Minelli , Petriccione e venuti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*