Giani a FN: “L’amore dei Della Valle per la Fiorentina è provato dai fatti. Firenze non è irriconoscente ma quella protesta sguaiata…”

giani1

Una delle figure più vicine ai Della Valle, fin dagli albori della loro esperienza fiorentina, è sicuramente Eugenio Giani, decisivo insieme all’allora Sindaco Domenici nel favorire il passaggio di consegne della società viola nelle mani dei proprietari marchigiani. Pochi meglio di lui percepiscono l’umore dei fratelli Della Valle, ancora innamorati di Firenze, come confermato dallo stesso Giani a Fiorentinanews.com: “Ritengo che il rapporto con Firenze sia molto profondo e l’hanno dimostrato concretamente quando raccolsero il testimone di una Fiorentina che ripartiva dalla C2, dove io ed il sindaco Domenici riuscimmo a salvarla, fondando la società all’indomani del fallimento. Altrimenti dovevamo ripartire dalla terza categoria. La situazione era molto difficile, per cui si tratta di un amore concretizzato nella ricostruzione da zero, nell’investire 300 milioni di euro del patrimonio diretto delle loro società. Quindi per me l’amore di Diego e Andrea verso Firenze è dimostrato dai fatti”.

Cosa ne pensa dell’irriconoscenza, tirata in ballo da alcuni, da parte di Firenze nei loro confronti?

“Assolutamente no. Che ci sia qualcuno che a Firenze abbia cercato sempre di dividere è un fatto fisiologico. Ero ancora vicepresidente della Fiorentina nel settembre 2002 e i Della Valle c’erano da un mese ma i messaggi provocatori c’erano anche allora. C’è sempre qualcuno che cerca di guastare le cose. Stavolta il fisiologico fatto del guastare le cose però ha creato un po’ di disagio. L’episodio accaduto fuori dallo stadio, non a caso, vedeva protagonisti solo due-tre persone”.

Se si trattava di così poche persone non era forse il caso di lasciar perdere?

“Quando è avvenuto quel fatto all’uscita dello stadio, la Fiorentina era seconda in classifica e Andrea è rimasto evidentemente mortificato. Lo comprendo perché quando porti una squadra al secondo posto e a lottare per i primi posti, se c’è chi ti viene a contestare sguaiatamente, può dare fastidio. Questa pausa rappresenta una reazione a questi fatti. Io ero lì fuori e la sensazione sgradevole la dettero anche a me, vedere esagitati può dare fastidio”.

Rapporto quindi ricucibile?

“Assolutamente, la città di Firenze non sono la parte di persone che lo contestano ma quella che gli ha dimostrato profondo rispetto e solidarietà. Ricordo lo stesso Andrea che a Moena veniva fermato dal classico tifoso spontaneo, cioè la grande maggioranza dei sostenitori viola: quelli che non amano mettersi in mostra ma che hanno buona fede e purezza d’animo. Sono quelli che chiedevano un selfie o un autografo ad Andrea e gli si rivolgevano con parole gentili. E Andrea di questo ne è consapevole, sono la grandissima maggioranza. Per la famiglia Della Valle, che nella Fiorentina ha messo tante energie e soldi, subire un’offesa come quella suddetta fu una sensazione molto forte”.

Come si andrà avanti ora nel rapporto?

“L’appello che faccio è quello all’unione perché gli unici che possono fomentare dissidio sono soggetti sterni, chi mette in giro le voci su addio di Della Valle, che non a caso arrivano da ambienti di potere del mondo del calcio, sempre avversi alla Fiorentina. Invito tutti a stare compatti perché ora la Fiorentina è un soggetto forte e dà fastidio agli altri. Io voglio che l’identità di Firenze raccolga tutti, da dirigenti, allenatore ai giocatori. Quest’anno la Fiorentina può fare il salto di qualità, per cui non prestiamoci a chi cerca di dividere per favorire altri nel raggiungimento di determinati obiettivi. Il terzo posto sarebbe un grande risultato e la Fiorentina lo può raggiungere. Paulo Sousa sta facendo un grandissimo lavoro, la Curva ieri e con l’Inter è stata encomiabile nel trascinare la squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Io stimo Giani, ma a noi fiorentini non piace essere presi per il xxxx e lui lo sa bene. Tante promesse non mantenute dall’acquisto a 0 euro delle sorelline: lotta per lo scudetto in 7-8
    Anni; condannati in quanto corrotti in calciopoli!, autofinanziamento senza stadio, figure di mxxxx con il mondo intero, vedi mosciolivo, Neto, salah, l’aver discusso con Juventus, Milan. Inter Roma, Chelsea e chi più ne ha ne metta…e poi capita di essere secondo ad un punto dalla prima (e non per merito della società o della proprietà. Ma per un insieme di fattori) sapendo che ti mancano 2-3 giocatori da agosto che fai? Non investi 1 euro anzi vai sopra. Wow, eroici i della balle! Se ci fosse un main sponsor e una società più snella i della balle non potrebbero nemmeno lamentarsi che ci mettono un po’ di denaro.
    (Sfruttare l’immagine della città di Firenze non ha alcun valore?) siamo seri dai, da ora in poi trasparenza e onestà. (I contestatori non sono 2o3, Firenze si sta allontanando dalla Fiorentina e questo è tutto merito dei della balle! Vi ricordo che eravamo 18000 in c 2 e giovedì eravamo 16000 con il tottenham giovedì. Io fossi andreino o don Diego una domandina me la farei. Ah già dimenticavo che bisogna essere umili per fare autocritica!)

  2. Caro Giani noi siamo cosi o prendere o lasciare e ci da fastidio chi è permaloso e ancora di più chi promette e pou se lo contestano fa il permaloso.
    In una parola non ci piace essere presi per il c. e specialmente nell’ultimo anno di materiale ce né stato a bizzeffe.

  3. In 15 anni 0 tituli e mi girano caro Giani, siccome c’ho la fiorentina ni sangue mi piacerebbe che vincesse qualcosina tanto per soddisfazione.

  4. MI RIVOLGO AI FRATELLI DELLA VALLE E AI TANTI DIRIGENTI…QUANDO VINCEREMO UN TROFEO OPPURE UN TITOLO???? NON SO VOI MA IO MI SONO STUFATO DI ASPETTARE!!!!

  5. A Sassuolo il dott. Squinzi, solo di sponsorizzazione, spende 20 mln di euro l’anno…..Non convoca conferenze stampa per raccontarlo, non dice che i ciuchi volano, non pretende adulazione…..Last but not least il Sassuolo ha lo stadio di proprieta’….

  6. Non sono d’accordo con Giani, che pure stimo e apprezzo. La minicontestazione è un fatto puramente fisiologico che qualsiasi Persona di Buon Senso, a maggior ragione un Presidente di un team sportivo, deve in ogni caso accettare.

  7. nessuno fa nulla senza il proprio tornaconto .Chiedo maggiore sincerità . Ieri hanno illustrato in modo non chiaro il bilancio : 60 milioni per il monteingaggi e 80 per i costi di gestione. Ma come si può spendere 80 milioni ????la viola ha 100 dipendenti ??? forse i DV dovrebbero analizzare meglio i costi di gestione e ridurre il personale soprattutto negli uomini mercato .
    Per me sperperano molti soldi in viaggi, soggiorni etc senza riportare risultati

  8. Io sono per i Della Valle, ma non capisco perché siano così permalosi.

  9. Dopo Bucchioni e Calamai ecco un altro che fa le veci dei DV… si torna sulla “contestazione” post fiorentina Lazio all’atto di lesa maestà perché uno gli ha fatto due urli…. Che schifo che se ne resti in esilio il principino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*