Gianni Di Marzio: “Kalinic è stato davvero vicino al Napoli ma poi De Laurentiis frenò…”

L’ex allenatore e consulente di mercato, anche al QPR di Sousa, Gianni Di Marzio parla a Radio Blu dei duelli che andranno in scena domenica tra Sousa e Juric ma anche tra Kalinic e Pavoletti: “Per Juric si tratta delle prime partite in Serie A, a Crotone ha fatto molto bene lanciando tanti giovani, ha un carattere equilibrato, senza enfasi, ma è uno che parla con i fatti. La Fiorentina ha un allenatore come Sousa, di grande esperienza nonostante sia ancora giovane. Lo portai io al QPR di Briatore, quando era parcheggiato al Treviso. Lo stimo tantissimo, giocando con il 3-4-2-1 può mettere in crisi il Genoa, grazie alle qualità di Ilicic e Bernardeschi. Sousa l’ho ritrovato l’anno scorso molto allegro e sereno, con la solita simpatia; quest’anno l’ho sentito un po’ più riservato anche nelle dichiarazioni. L’innesto di Corvino gli consente di fare solo l’allenatore e non anche il manager, penso che sia il solito Sousa molto voglioso di far bene. Che soluzione per il centrocampo? Come dico sempre, per migliorare bisogna non cambiare niente per cui penso che alla fine possa essere abbassato Borja Valero davanti alla difesa, senza esperimenti particolari con i nuovi. Pavoletti vs Kalinic? Sono entrambi bravi in area di rigore, il croato è sempre bravo a rubare il tempo al difensore nell’area di rigore, il genoano magari è più bravo ad attaccare la profondità. Penso che Kalinic sia stato davvero vicino al Napoli, poi De Laurentiis magari è stato frenato dalla differenza di età con Gabbiadini, che non è un vero centravanti ma un attaccante comunque molto forte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. E io sto vedendo celta vigo atletico Madrid. Rossi in panchina, e senza Sousa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*