Gianni Vio: “Quando ero a Firenze con Montella non è mai mancato il rispetto. Ilicic gran tiratore ma lo era anche Bernardeschi…”

Montella nel giorno del suo ritorno a Firenze. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Il cosiddetto “mago delle palle inattive” Gianni Vio è intervenuto a Radio Bruno per affrontare anche il tema del ritorno di Montella, che lo portò a Firenze nel 2012: “Mi sembra che stiano facendo bene sia Fiorentina che Milan, i viola vengono da un bel campionato come quello dell’anno scorso e sarà tra le protagoniste. Montella? E’ una persona intelligente, ama il gioco ma cerca di adattare la sua filosofia al materiale che ha, avendo con Bacca e Niang l’opportunità di sfruttare gli spazi lasciati dagli altri. Il poco rispetto verso la società? Nei due che sono stato con Vincenzo l’ho sempre visto in sintonia con la società, quando ha preso la squadra veniva da una salvezza alle ultime giornate e poi arrivarono due annate da protagonista. fin quando son rimasto io ho sempre visto grandi rapporti tra le parti. Ilicic sui calci piazzati? La qualità di chi sa sfruttare le palle veloci è fondamentale; Ilicic ha una gran tecnica nel calciarli, ma anche Bernardeschi in Primavera faceva tanti gol su punizione. Al mio primo anno facemmo diversi gol anche su battuta di Borja Valero“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Ilicic di.ha un bel tiro che crea sempre grossi pericoli agli avversari ma Bernardeschi e boria valero assolutamente no.lo abbiamo visto chiaramente noi che non sono capaci di tirare in porta e di segnare.non so cosa abbia visto Vio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*