‘Giardini da incubo’ al Franchi. Cercasi miracolo, ma alla fine…spunterà lo spray

La grande impresa dell’ItalRugby capace di battere per la prima volta nella storia il Sudafrica è costata carissima al terreno di gioco del ‘Franchi’. Paulo Sousa spera in un miracolo dei giardinieri, che riescano a mettere a posto il campo in vista della partita di giovedì prossimo contro il Paok di Europa League, ma è un’impresa quasi disperata la loro e verosimilmente si dovrà ricorrere allo spray per colorare le zone ancora disastrate. Rivedremo sicuramente il manto erboso dello stadio che ospita la Fiorentina ai consueti livelli in futuro, ma ci vorrà un po’ di tempo per riassorbire il colpo, non sarà una questione che si risolverà nel giro di pochissimi giorni. Qualora venissimo smentiti ci sarà davvero da erigere un monumento a tutte quelle persone che già si stanno dando daffare per curare questo ‘malato’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Ma come è possibile che una città come Firenze non abbia un terreno x fare un campo da gioco x il Rugby! anche perchè la spesa non dovrebbe essere altissima perchè come spalti gli spettatori non è che siano numerosissimi x quello che vedo, perciò basta andare all’ “IKEA”

  2. Non sono ben informato lo ammetto, però questa cosa che si giochino partite di rugby su un campo di calcio che ci vuole una cura particolare per tenerlo perfetto e planare, credo avvenga solo a Firenze, se così fosse bisogna essere dei veri incompetenti a permettere una situazione del genere, complimenti all’Amministrazione Comunale!

  3. Sembra quasi incredibile che non si potesse immaginare che fare una partita di rugby su un terreno allentato da giorni di pioggia precedenti e a solo cinque giorni dalla partita successiva il campo non avrebbe avuto un tracollo devastante…complimenti al genio che ha programmato questa partita..lo vedrei bene come dirigente della Fiorentina

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*