Questo sito contribuisce alla audience di

Giovani, forti e viola: i gioielli della Fiorentina che verrà

Stanno facendo le fortune della Primavera di Bigica e hanno enormi margini di miglioramento: Riccardo Sottil e Gabriele Gori sono la coppia d’oro della Fiorentina del futuro. Un esterno d’attacco con gol e cambio di passo ed una punta vera, capace di lavorare per la squadra ma anche di essere implacabile in area di rigore. I due giovani hanno preso parte al ritiro di Moena e Stefano Pioli li tiene in grande considerazione. Il tempo ci dirà se i due classe 1999 potranno giocare un ruolo da protagonisti anche sul prato dell’Artemio Franchi. Il tempo è dalla loro parte, e sicuramente le qualità non mancano: adesso serve il duro lavoro e conservare la giusta mentalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Si riparte con il leitmotiv della meglio gioventù d’Europa……A A A Abboccano……ps Hable, Mazuch……

  2. Concordo, ma anche un po’ di coerenza societaria non dispiacerebbe.. Se in questa rosa ci fossero mancini, piccini e capezzi al posto di Cristoforo Gaspar e Hugo / milenkovic credo non ci sarebbe alcuna differenza a livello di risultati.. Tenere i ragazzi in rosa anche per far panchina inizialmente non sarebbe un errore, avere una squadra B aiuterebbe i tanti giovani a trovare spazio ma se poi la prima squadra è già composta da elementi dello stesso valore se non inferiore diventa un problema di altro genere

  3. Ci vogliono le squadre B, ma la Lega è piena di incompetenti a partire dal suo presidente!

  4. Commento perfetto, sono pienamemte in sintonia, purtroppo questa dorigenza non la capisco, i giovani li fanno perderei quasi tutti e vedere Mancini titolare nell’under 21 dopo che il genio Corvino lo ha regalato fa moltabrabbia

  5. La Fiorentina che verrà? Come Mancini o Piccini? Magari questi non erano fenomeni, ma dare via gratis o quasi un nazionale under 21 italiano e pagare 8 milioni nello stesso ruolo un brasiliano che fa la riserva mi sembra la cazzata dell’anno.
    Comunque, per Sottil e Gori, ma anche per Hagi, Lo Faso e compagnia, il massimo che si può sperare è che loro vadano a maturare altrove e che la Fiorentina almeno ci guadagni qualcosa. Se restano qui, fanno la fine di Diakatè, invecchiando ed intristendo nella primavera, o di Carraro, Bangu, Minelli, mandati a morire sportivamente in squadre di C che non hanno tempo e voglia di valorizzare giocatori di altri.

  6. Tutte plusvalenze , il calcio di livello a Firenze è finito e con questa proprieta non tornerà più .

  7. Tifolamagliaviola

    Molto forti entrambi, devono trovare continuita’ … quando hai uno come Sottil resta un mistero sul perche’ comprare Zecchini

  8. Sinceramente auguro ad entrambi un futuro da ottimi giocatori ma credo che Sottil sia un gradino superiore a Gori

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*