Giovanni Galli: “Serve un messaggio forte della società. Vincere stasera servirebbe solo a rimandare il problema”

Giovanni Galli, ex portiere della Fiorentina, a Lady Radio parla così: “Forse già giovedì sera si poteva mandare via Sousa ma c’era questa partita troppo ravvicinata e allora si è rimandato il tutto. Per me ci voleva una decisione forte subito dopo la sconfitta, in un modo o nell’altro. Delegittimare Sousa nello spogliatoio è controproducente, quindi se si vuole ottenere un obiettivo si deve fare qualcosa, si poteva andare nello spogliatoio e dire che Sousa sarà l’allenatore anche per la prossima stagione, anche se magari non sarà così, ma bisogna dare un messaggio forte. Vivacchiando si rischia di fare peggio. Ripeto, serve un messaggio forte perché anche vincere stasera servirebbe solo a rimandare il problema”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Si bravo Galli meglio perdere stasera vero ? Almeno cosi non si rimanda il problema. Mah !

  2. Dunque: muoia Sansone con tutti i filistei! (PS: ma c’è un Sansone?)

  3. Pasquale Baudaffi

    Della Balle fuori dalle p@alle!!!

  4. A proposito di segnali: dopo i recenti sfaceli, da parte della società non mi pare siano pervenute prese di posizione chiare, al contrario, solo “supercazzole” o frasi di circostanza…o mi sono perso qualcosa??
    L’allenatore ha le sue colpe, ma anche la dirigenza/proprietà: vogliamo parlare, ad esempio, di campagna acquisti?

  5. Ha ragione, ma cosa si spera da una società che pur di risparmiare non fa fare un ritiro quando serve, che si accolli due stipendi? Cercheranno di sfruttare Sousa fino al termine del contratto, il lato sportivo per loro è secondario.

  6. Galli mi ricorda Giulio Cesare ed il suo Debello ma c’ha ragione nel caso specifico.

  7. La necromanzia del pastorello Corvino, Galli, la necromanzia… quello è il problema.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*