Giovanni Galli: “Ieri in campo c’erano due squadre, una che si allenava una che voleva vincere”

image

L’analisi, a Lady Radio, di Giovanni Galli, ex  portiere della Fiorentina: “Ci sono degli episodi da verificare attentamente a livello arbitrale ma a fine partita mi sono reso conto che la Fiorentina non ha quell’autostima o quella fame fondamentale per vincere un titolo, e ieri sera si è vista la differenza. Ieri c’erano due squadre una che si allenava e una che voleva vincere, al netto del gol di Salah sul quale ho tanti tanti dubbi, e sulla gestione dei cartellini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Manca l’autostima e questo è assurdo dato che dovremmo sapere di essere in grado di poter puntare a vincere. Siamo caduti nella provocazione allegri e li abbiamo sottovalutati. serve cattiveria e convinzione per vincere. Ci siamo accontentati di quel che si è fatto. Colpevole è anche la società e l’ambiente troppo accondiscendenti di fronte a sconfitte così.

  2. C’erano 2 squadre una che correva e una che passeggiava. Quella che passeggia lo fa da 2 anni e mezzo. Perché si compra giocatori lenti. La lazio li compra dinamici e veloci e rischia di vincere la terza coppa Italia di lotito e va in Champions in carrozza. E’ anche una squadra giovane e può senza dubbi aprire un ciclo…………. a meno che gli sceicchi e i russi comincino a bussare anche a formello a forza di ingaggi da 5 milioni netti l’anno. Allora sono problemi anche per loro.

  3. Galli ha perfettamente ragione. Sono estremamente deluso dall’atteggiamento della squadra tenuto ieri sera. Una partita così importante, contro una rivale come la Juventus, giocata in pantofole. In pratica un allenamento, non una partita dove mettere il cuore oltre l’ostacolo. Ieri avremmo perso contro qualunque squadra di serie A. E’ inconcepibile!!!!!!!!

  4. x Ravanello: la mia analisi è semplicistica? Tutto può essere, certo che , se tu riduci il tutto a problemi inerenti l’arbitraggio, le analisi semplicistiche diventano 2…….ps la Lazio, 7 partite vinte di fila, ha in attacco un giocatore ottuagenario, che faceva la riserva, dicasi riserva, sia in Nazionale che al Bayern, al nostro Gomez……pps la Juve ha giocato una semifinale di C.Italia con Matri, che per Montella non era degno nemmeno della panchina….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*