Giuntoli: “Già in estate si vedeva la mentalità trasmessa da Sousa. Ho parlato di Vecino con Pradè”

Vecino Barcellona 3

Dal Carpi al Napoli, il ds Cristiano Giuntoli si prepara ad affrontare la Fiorentina dietro la scrivania partenopea e a Radio Bruno si esprime così: “E’ presto per parlare di sfida scudetto, manca troppo tempo alla fine. Sarà sicuramente una partita importante e bella da vivere, l’augurio è che possa essere una bella giornata di sport. Scudetto? Il nostro obiettivo è quello di far bene sempre e comunque ed acquisire una mentalità vincente. Affrontando le partite sempre con la volontà di vincere. Campionato strano? Sarà difficile che una possa prendere il sopravvento sulle altre, anche se la Juve è un po’ indietro penso che sia la squadra da battere. Fiorentina? Da fuori la sensazione è che già dall’estate Sousa sapesse quale impronta e mentalità dare alla squadra. Ha fatto diventare l’ambiente votato alla vittoria. Kalinic? Calciatore importante, soprattutto negli ultimi due anni. E’ molto bravo a far salire la squadra e negli ultimi anni ha affinato le sue qualità diventando un calciatore completo. Interesse per Vecino? Un calciatore di quelle caratteristiche non l’avevamo e quindi abbiamo fatto una chiacchierata con la Fiorentina, con Pradè, per cercare di portarlo a Napoli. Riesce a coprire molto campo, con gran passo e grande tecnica come tutti i sudamericani. E’ un calciatore importante che la Fiorentina si gode giustamente ma non abbiamo mai parlato di cifre. Partenza simile Napoli-Fiorentina? Noi all’inizio facevamo fatica a fare risultati ma le prestazioni erano di alto livello, siamo stati contenti da subito dell’impostazione data dal mister alla squadra. Dobbiamo solo continuare su questa strada”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*