Questo sito contribuisce alla audience di

Gli scippi e le vittorie di mercato: la sagra la aprì Vidic, Toni e Mutu in scarsa compagnia

Forse anche per scongiurare spiacevoli deja vu anche nel caso di Emre Mor, il Corriere dello Sport-Stadio ha ricordato le molte vicende intricate nel mercato della Fiorentina: la sagra dei “casi” la inaugurò Nemanja Vidic, allora centrale dello Spartak Mosca e già preso da Corvino nel dicembre 2005, salvo poi vederselo scippare dal Manchester United. In seguito invece ci fu anche un certo riscatto da parte del dirigente pugliese, che trattenne in extremis sia Toni che Mutu, facendo lo stesso con Jovetic anche grazie all’intervento di Andrea Della Valle. Ma in misura maggiore sono forse le beffe, che quantomeno fanno più rumore: dal sì, poi diventato no, di Cassano al clamoroso dietrofront di un Berbatov che era già sull’aereo per Firenze; fino a Milinkovic-Savic, che in città, anzi in sede, ci era pure arrivato, salvo poi preferire la Lazio. E poi ovviamente Salah, tutte storie che è meglio dimenticare e che nessuno si augura di rivivere con Emre Mor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Vittorie di mercato? Articolo buono per il vernacoliere! Poveri noi. Via i ******** marchigiani da Firenze!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*