Gli scopritori di Berardi e quell’interesse, sventato, della Fiorentina

L'attaccante Domenico Berardi. Foto: Fiorentinanews.com
L'attaccante Domenico Berardi. Foto: Fiorentinanews.com

Si tende spesso ad accomunare Berardi e Bernardeschi, vuoi per l’età, il piede preferito e la posizione in campo. La Fiorentina però ha “rischiato” di averli entrambi questi due gioielli del calcio italiano. Se Berna infatti l’ha scoperto a pochi chilometri da casa, per il talento calabrese si era spostata fino in Calabria, a Rossano Calabro, dove Nicola Calabretta e Pino Toscano (Presidente del settore giovanile ed allenatore dell’A.C. Rossano) stavano tirando su un giovane Domenico Berardi. Il primo dei due lo ricorda al sito ufficiale di Gianluca Di Marzio, facendo riferimento anche all’interesse della Fiorentina, che lo notò ad un torneo: “E’ un ragazzo educato, viene da una famiglia molto umile. Qui abbiamo tutti un gran ricordo di lui. Con noi ha esordito a 12 anni nei Giovanissimi Regionali. E poi in un torneo viene notato dagli osservatori della Juventus. I bianconeri sì, ma non solo. C’era anche la Fiorentina. Essendo la nostra scuola calcio una Juventus Academy, è chiaro che i bianconeri avessero la priorità, ma lui… Lui quasi si rifiutava di fare i provini. Era così affezionato al contesto nel quale viveva, che pensava solo a far bene e a star bene qui a Rossano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA