Gli uomini per riprendere la corsa: Montella e una formazione (quasi) delineata per Kiev

GomezSampdoriaIn un modo o nell’altro c’è da ripartire e anche molto alla svelta, perché giovedì ci sarà la trasferta di Europa League contro la Dinamo Kiev. E la formazione, nonostante manchino ancora diversi giorni è praticamente delineata. Più negli uomini che nel modulo a dire il vero, perché Montella dovrà decidere se partire a tre o a quattro (sofismi, perché basta qualche metro in più o in meno ed ecco che una squadra ti può cambiare pelle in qualsiasi momento della partita). Ad ogni modo Neto sarà confermato in porta: Tatarusanu ancora è indietro di condizione rispetto al portiere. Dietro rientra Tomovic al posto di un Richards che a Napoli ha buttato via l’occasione che gli ha dato il tecnico. Basanta è squalificato, quindi via libera a Gonzalo e Savic centrali, con Alonso a sinistra. A centrocampo Mati Fernandez, Pizarro e Borja saranno gli incaricati di fare gioco e dare qualità alla squadra, mentre in attacco vedremo Joaquin, Gomez e Salah.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Mi sembra assurdo…
    3 mesi fa Badelj nn era degno di giocare nello Scandicci, oggi tutti lo vogliono in campo. Premesso che é un’altro giocatore rispetto a prima ma in un 4-3-3 ci vuole pizarro che se è in giornata è unico nel suo ruolo. Per dare velocità non serve Badelj… Serviva come il pane a Firenze contro la Juve xche eravamo in vantaggio. La dinamo è veloce serve pizarro e gente di qualità per fare il ns gioco. 7 gg fa abbiamo vinto 2-0 contro la Samp giocando in un campo di riso… Oggi siamo tutti a piangere…
    Il 70% della colpa delle due sconfitte è da attribuire a due formazioni sbagliate di Montella. A Firenze dovevi giocare col 4-3-3 a Napoli col 3-5-2…

  2. Anche se si vince , dopo si perde 3 a 0 in casa.
    Vi ricordate quando il Franchi era un fortino?

  3. E da tempo che Valero non e capace di reggere in campo come lo fara a Kiev?
    Meglio Bedeji . Anche metterri Aquilani ma nell sou roulo

  4. Ci manca di tenere fuori Badelj e così la pappa è cotta.

  5. Quoto Gino original e Gabriele !!

  6. Quindi l’unico che recupera palloni e dà un po’ di fisicità al centrocampo (Badelj) fuori. Spero sia una vostra invenzione perché se Montella fa una cagata del genere…

  7. Fuori Borja e dentro Badelj.

  8. X FABIO 83 : a Kiev con grinte va benissimo però se i nostri difensori stanno in campo come a Napoli puoi avere tutta la grinta che voui, le pilieremo sempre. I nostri difensori non sanno marcare a uomo ed è inutile giraci attorno. Ho guardato i goals del Napoli e ho rivisto anche il goal dell’Udinese del 2-2 finale e ho visto cose incredibili, errori che non facevamo neanche da ragazzini all’oratorio e vengono mascherati finchè gli altri reparti giocano bene.

  9. A Kiev per vincere. Se giochiamo con grinta si vince. Ritroviamoci e subito.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*