Gomez: “Alla Fiorentina avevo raggiunto un punto morto. Volevo una squadra che lottasse per il titolo”

L’ex attaccante della Fiorentina, Mario Gomez, ha spiegato il perché ha deciso di cambiare maglia nel corso dell’estate: “Ho deciso di andare in Turchia – ha detto ad Uefa.com – perché alla Fiorentina avevo raggiunto un punto morto. Avevo bisogno di una nuova sfida e volevo giocare in una squadra che potesse lottare per il titolo. L’esperienza alla Fiorentina è stata diversa da tute le altre. Il campionato italiano è molto difficile per noi attaccanti perché le squadre sono molto chiuse dietro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. ho sempre avuto fiducia nel recupero di gomez, ma penso che con kalinic al suo posto avevamo un paio di trofei in più in bacheca.

  2. Mario una domanda…sai dirmi perchè senza di te siamo in testa al campionato? Comunque effettivamente il campionato italiano è difficile per voi attaccanti tantè che un kalinic all’apparenza sconosciuto pagato 1/4 di te che non un ingaggio 1/6 del tuo ha fatto giá 5 gol in un paio di mesi e la tua “miracolosa rinascita” da bomber vero penso che tu possa farla solo in Turchia…campionato equivalente alla lega pro italiana

  3. ti abbiamo cambiato i pannoloni per due anni sperando che fossi tu il bimbo che ci faceva vincere il titolo invece ti sei dimostrato morto da subito ciao mario !!!! la nostra FIRENZE merita parole migliori e UOMINI veri

  4. Discorso degno dell’A.D. di Wolksvagen…….!

  5. Gomez l’unico morto a Firenze che si è visti eri tu.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*