Questo sito contribuisce alla audience di

Gomez ed un problema di incompatibilità

Chi ne sottolinea le carenze fisiche, chi quelle mentali ma di certo, fino ad ora, c’è che Mario Gomez non sembra essere totalmente coinvolto nella manovra viola. Contro l’Empoli il tedesco ha ricevuto fondamentalmente tre palloni, due girati bene verso la porta ed uno “masticato” col sinistro dal limite. Aldilà di sfortuna, pali o miracoli di portieri, il problema principale per lui sono proprio i pochi palloni giocabili che gli capitano tra i piedi; non che Gomez sia mai stato un attaccante di manovra ma la “presenza” sul campo ai tempi del Bayern era comunque diversa. Complice forse anche un modo diverso di intendere il calcio, nelle due realtà in cui il tedesco si è trovato tra Monaco di Baviera e Firenze. Ad oggi però, Gomez rappresenta troppo spesso un calciatore che sembra parlare un’altra lingua calcistica rispetto ai compagni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA