Questo sito contribuisce alla audience di

Gomez il cecchino, Babacar e Bernardeschi assist al bacio. E Piccini spinge

BabacarKalloniLa prima partita della Fiorentina in Sud America finisce bene. I viola vincono 1-0 e costruiscono le uniche due azioni pericolose dell’incontro, controllando molto bene le sfuriate dell’Estudiantes che prova a reagire dopo lo svantaggio siglato da Gomez, ma senza impensierire più di tanto la retroguardia gigliata. A proposito del tedesco, è davvero un cecchino perché alla prima occasione fa puntualmente centro in questo precampionato (con l’eccezione della partita contro La Fiorita dove ha segnato dopo aver fallito due grandi opportunità). Ma a propiziare la sua rete è stato il giovane talento Bernardeschi, con un’ottima palla in verticale a metterlo davanti al portiere. Altri segnali buoni arrivano anche da Babacar: pochi minuti in campo, ma un assist al bacio per Vecino che colpisce un palo clamoroso dopo aver saltato anche l’estremo difensore Silva. Ancora in tema di giovani, bene pure Piccini, che per una sessantina di minuti attacca con continuità e costruisce alcune situazioni interessanti. Note positive infine per Alonso versione terzo centrale difensivo e Brillante, piazzato davanti alla difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. La gara di ieri, visto il periodo, ha detto comunque un sacco di cose positive, ma una su tutte va evidenziata; quanto è brillante sto Brillante!!!!!. Abbiamo per caso trovato un De Rossi da mettere davanti alla difesa??, e con l’ arrivo di Basanta, che da quello che dicono gli esperti, è uno che vale tanto, avremo un reparto difensivo ottimo. By by Aquilani, poi anche non firmare.

  2. Sta a vedere che.ora si cambia idea su brillante…
    La superbia del dare giudizi su giocatori che non si conoscono non manca eh.
    Chissà, magari presto cambierete idea anche nei confronti dellargentino reo di essersene stato a giocare in Messico… Dunque brocco di sicuro…
    No, voi eravate.pronti a spendere (soldi altrui) per.la mitica trivelaaaaa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*