Gonzalo e la fascia che traballa: l’erede è già pronto?

Non si parla tanto di risorse difensive da immettere nella rosa, sempre nella speranza che qualcosa possa arrivare dal mercato, quanto di apporto caratteriale e leadership da aggiungere alla causa. In tal senso la fascia di capitano della Fiorentina ha subito innumerevoli spostamenti, da un Montella che la recapitava talvolta a Pasqual, talvolta anche a Jovetic, con il coinvolgimento di Gonzalo e Borja Valero. Con Paulo Sousa invece il difensore argentino aveva preso un certo vantaggio nelle gerarchie rispetto all’esterno veneto, relegato quasi sempre in panchina, e l’addio del numero 23 in estate aveva di fatto decretato un nuovo capitano a tutti gli effetti. Qualche problemino fisico, oltre ad un rendimento non impeccabile, hanno un po’ frenato però Gonzalo, rimasto fuori nelle ultime uscite: ecco allora il possibile momento clou. A inizio ripresa della gara con la Lazio, Tomovic (capitano per l’occasione e terzo della graduatoria) lascia il campo e la fascia passa a Bernardeschi: è la prima volta per il numero dieci ma potrebbe non essere l’ultima a questo punto. Il futuro di Gonzalo è ancora incerto e legato al rinnovo del contratto e la partita col Napoli ha raccontato molto della crescita di personalità e impatto da parte del talento di Carrara. L’erede della fascia sembra davvero già in casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*