Gonzalo-Fiorentina: L’offerta della società e la controproposta del giocatore. Ecco cosa manca per il SI’

Un primo piano di Gonzalo. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Gonzalo-Fiorentina, il rinnovo è nell’aria ma ci sono ancora dei dettagli su cui trovare l’accordo che non permettono ancora di poter annunciare il matrimonio. La società viola ha proposto al calciatore un anno in più con opzione per il campionato successivo. Un’opzione che scatterebbe automaticamente al raggiungimento di un certo numero di presenze. La controparte ha chiesto invece due anni o comunque un numero ancora più basso di presenze per far scattare il rinnovo automatico.

C’è ancora un po’ di distanza sulla parte economica. Sostanzialmente l’ingaggio dovrebbe rimanere invariato rispetto a quanto preso adesso da Gonzalo, ma la Fiorentina punta ad abbassare la parte fissa e ad alzare invece quella variabile. La settimana prossima (molto probabilmente lunedì) ci sarà il secondo round, un nuovo incontro tra Corvino e il procuratore dell’argentino, quello decisivo per tutta la faccenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Meglio GONZALO a quarant’anni che tomovic a ventisei…

  2. Ha la stessa età di Chiellini e 3 anni in meno di Barzagli, non offrirgli un biennale (personalmente farei anche un triennale) è da folli, cerchiamo di non fare come con Dainelli a cui, nel 2010, non è stato offerto il rinnovo perchè aveva 31 anni, salvo poi cercare disperatamente di riprendercelo quando di anni ne aveva 35 e vederlo a 37 anni che ancora gioca titolare in seria A con un buon rendimento.

  3. Bondi Giovanni

    Solo per un anno Gonzaga e in fase Calante

  4. concordo con Cisko.
    Aggiungo che gonzalo, in una squadra come la Juve sarebbe quasi come barzagli.
    Inizia a coprirlo bene con terzini che sanno anche marcare e con un centrocampo che faccia filtro… Altro hc etomovic, milic e borja… Poi vedremo…

  5. Ad uno che ha mantenuto una difesa a tre, mettendo pezze qua e la, che ha risolto pure delle partite con i suoi gol, che becca critiche talvolta ingiuste, il rinnovo di due anni dovrebbe essere automatico.
    Capisco anche la società che però pensa: “se ti rinnovo due anni, magari al secondo anno, sapendo che poi dovrai andartene, ti risparmierai e giocherai piu rilassato, con il rischio che il livello delle prestazioni ne risenta parecchio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*