Gonzalo: “Non è stata una bella stagione e ci prendiamo le critiche dei tifosi. Partiti in anticipo perché siamo ancora in corsa per l’Europa”

Niente Sousa e allora parola a Gonzalo Rodriguez, alla vigilia della sfida col Sassuolo; così l’argentino al sito ufficiale della Fiorentina: “Ho tanta voglia di tornare in campo, adesso sto meglio. Il giorno prima di Palermo mi ero allenato con il gruppo ma non mi sentivo ancora al top. Questa settimana invece mi sono allenato più regolarmente. Il ritiro? Siamo partiti un giorno prima perché sappiamo di essere in corsa ancora per l’Europa per cui non vogliamo più perdere nuove opportunità per arrivare a questo traguardo. I pochi punti fatti con le squadre “piccole”? Il calcio è fatto così, quando avevamo l’opportunità di salire in classifica abbiamo sbagliato ed è questo il nostro rimpianto. Sappiamo cosa poteva dare questa Fiorentina. Non so cosa sia successo quando abbiamo affrontato squadre più piccole, è difficile però giocare quando gli altri si chiudono dietro e magari ci fanno gol. Le critiche? Capiamo le critiche, sappiamo che piazza sia Firenze. Questa città dà tutto ma ti dà tante critiche quando le cose vanno male, anche noi da giovani tifosi criticavamo la nostra squadra del cuore. Non è stata una stagione bellissima come le altre ma i tifosi ci sono sempre stati vicino. Adesso dobbiamo dare tutto nel campo, nelle ultime quattro partite. Il Sassuolo? È una squadra che ci ha sempre messo in difficoltà, in casa giocano sempre bene: giocano al calcio come piace a noi. Sarò una partita molto difficile ma dovremo andare lì per vincere. I giovani in squadra? Sono tutti ragazzi davvero molto rispettosi, sono venuti con l’idea sei lavorare e di imparare; si stanno allenando bene, per questo il mister gli ha dato il premio di giocare. È successo con Chiesa, Mlakar e Perez: noi dobbiamo aiutarli in tutto, fuori e dentro dal campo. L’ACF Women’s e lo scudetto? È importante per la Fiorentina questo traguardo, è sempre un aspetto del cacio: gli mando un grande in bocca al lupo a nome mio e di tutta la squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Un gran peccato perdere questo giocatore. Poi basta leggere il tenore di queste dichiarazioni per capire che nn è un fesso, nello spogliatoio avrebbe potuto avere un peso importante. Il grande Milan, i giocatori come questo se li teneva fino alla pensione ….. magari anche per quello era il grande Milan

  2. NIENTE ALIBI, DOMANI BISOGNA VINCERE.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*