Gonzalo, ovvero un Mascherano alla rovescia (causa emergenza)

Dopo i test con Hegazi la scorsa estate e con il giovane Mancini nei primi giorni di ritiro di quest’anno, nelle ultime ore è toccato anche a Gonzalo Rodriguez occupare la posizione di regista davanti alla difesa. Una sorta di pivot, come definì quella posizione lo stesso Sousa un anno fa, con uno spostamento in avanti del capitano viola, da sempre apprezzato per le sue doti tecniche. Certo in quella zona serve anche un passo che probabilmente Gonzalo non ha e, non a caso, nella storia del calcio sono diversi i centrocampisti che hanno arretrato il proprio raggio d’azione, che non i difensori spintisi in avanti: Mascherano ne è un po’ l’emblema, reinventato da Guardiola come centrale di difesa dopo una vita da mediano appunto. In questo caso Gonzalo sta seguendo il percorso opposto ma la sensazione è che sia stata anche l’emergenza numerica nel reparto a provocare questa mossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Non ne sarei cosi sicuro…

  2. Io lo vedrei benissimo in quel ruolo,quando manca Badelj.la visione di gioco è di alto livello,e Gonzalo sa tirare in porta,ed andrebbe a fare i colpi di testa in area di rigore. Paradossalmente ha le caratteristiche che mancano ai nostri centrocampisti.Ma per far ciò,la Fiorentina dovrebbe prendere un altro grande difensore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*