Questo sito contribuisce alla audience di

Graiciar: “Pioli sei un grande, non vedo l’ora di lavorare con te. Con la Fiorentina tutto è nato…”

Dalla Repubblica Ceca all’Italia, passando per un’esperienza anche all’Arsenal. E’ questa la storia in soldoni di Martin Graiciar, giovane attaccante che la Fiorentina ha prestato allo Slovan Liberec. Ma quando è nato il passaggio in viola per lui? “A giugno – risponde Graiciar su Calciomercato.com – dopo aver disputato un’ottima gara contro il Brasile in occasione  del “World Youth Festival” a Tolone, in Francia, segnando contro la Scozia Under 20, e disputando un’ottima gara contro il Brasile. Mi è stato comunicato che la Fiorentina, che già mi seguiva da tempo, aveva deciso definitivamente di puntare su di me. Dato che, di lì a due settimane sarei stato impegnato con la Nazionale Under 19 nell’Europeo in Georgia, la firma con il club viola è arrivata proprio durante la competizione continentale”.

Ora si trova in Repubblica Ceca: “E’ risaputo che passare dalla Primavera alla prima squadra è molto complicato – continua Graiciar – Sono giovane e la mia priorità era giocare. La Fiorentina era d’accordo e abbiamo deciso insieme che la miglior opzione era restare altro anno allo Slovan Liberec per trovare continuità. Se sto guardando le partite della Fiorentina? Sì, certo! Vedo tutte le partite della Fiorentina in tv. L’ultima partita hanno perso 2 a 1 contro il Chievo Verona“.

Su quello che ha provato nel ritiro di Moena e su Pioli: “Sono stato a Moena una settimana durante la preparazione e sono stato a contatto con i calciatori viola, che mi hanno sorpreso per la loro semplicità. Sono rimasto impressionato anche dalla professionalità dello staff. Ho parlato con Pioli più volte, è molto contento del mio arrivo. Il suo desiderio è che io giochi con continuità a Liberec per essere pronto il prossimo anno. Sono stato solo una settimana a Moena, ma ho constatato che è un tecnico con grande esperienza e non vedo l’ora di lavorare con lui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Ecco un altro che rappresenta un milione di euro buttati via! È tre anni che gioca allo stesso modo e se tre anni fa poteva sembrare una eccezione pronettentissima, oggi rientra nella normalità, anzi nella parte bassa della normalità.
    Come farebbe altrimenti Corvino a far spendere QUATTORDICI MILIONI DI EURO in provvigioni ai procuratori amici, e come quest’ultimi potrebbero ricompensare un amico di merende che si mostra tanto magnanimo con loro!!!!!!!!!!

  2. Graciar, Gori, Mlakar e vlahovic.. Speriamo che di questi ne esca uno buono.. Non dico sia sbagliato differenziare l’investimento quasi fossero strumenti finanziari ma questi sono giocatori giovani a cui si deve dedicare un percorso di crescita nel quale possano essere valorizzati..
    Con una seconda squadra sarebbe tutto più semplice ma visto che non c’è credo che se si facesse qualcosa in meno in entrata sarebbe tutto a vantaggio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*