Guerini, addio alla Fiorentina: “Sousa mi ha umiliato. Tra me e lui c’era un non rapporto”

Addio e con rancore quello di Vincenzo Guerini alla Fiorentina. Rancore non verso la proprietà, sia beninteso, ma nei confronti dell’attuale allenatore viola, Paulo Sousa: “Vorrei ringraziare la Fiorentina, i Della Valle, per questi cinque anni vissuti insieme. Quattro sono stati meravigliosi meno l’ultimo – confessa Guerini al Corriere dello Sport-Stadio – per via del non rapporto con Sousa. Non mi ha mai rivolto la parola, avrebbe potuto dirmi tutto in faccia perché siamo uomini di campo. L’umiliazione più grande è stata l’esclusione dal centro sportivo, non potevo assistere a nessuna seduta tattica. Se fosse stato davvero ‘frontale’ come dice mi avrebbe preso da una parte e detto tutto, senza mandare Roberto Ripa, una persona carissima a fare da messaggero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. non è bello essere umiliato, ma nemmeno farsi umiliare. Guerini non deve fare del vittimismo e dare del cattivone a Sousa. La considerazione e il rispetto sono valori che una persona se li deve guadagnare con il lavoro onesto. Ogniuno viene considerato per quello che è, alla lunga la qualità e la serietà pagano sempre. Claroooo ?

  2. Quel personaggio inutile, come ami definirlo, si prese la squadra in mano e a Lecce ci salvò dalla serie B.
    Se proprio si doveva cominciare la scrematura, i nomi eran ben altri.

  3. Il ruolo di Guerini era quello di parafulmine che serviva ai tempi di Mihajlovic e Rossi quando venivano giù fulmini a non finire adesso non serve più, fossi Guerini mi guarderei di parlar bene della proprietà l’ha chiamato quando serviva adesso non serve e ha dato mandato a sousa di liberarsene.

  4. EVVAIIII!!!!

    MENO UNO!!!

    MENO UNO!!!!

    Stasera dormo più felice!!!

  5. Erossi@gmail.com

    Non capisco cosa c’entrino i commenti sul ruolo di Guerini peraltro assegnato gli dalla societa con l’umiliazione di cui lui parla !certo è che sia con Sepe che con Guerini che non contano un ***** si fanno i duri con altri si fanno i deboli. ..se Sepe avesse avuto Ramadani come procuratore volevo proprio vedere!!non mi piace chi fa il duro con i deboli e poi con i forti!!!! !ma certe teste come fanno a capirlo!
    Guerini non c’entra !!!è la società che è sempre assente!!!!!!!

  6. Redazione perché i miei commenti spesso non vengono pubblicati malgrado io non usi mai esressioni volgari e resto sempre sul pezzo???

  7. biondi roberto

    abbiamo mandato via un grande tifoso della fiorentina oltre che buon ex giocatore per colpa di un ex Juventino ( il lupo perde il pelo ma non il vizio) che parla da sbruffone e non ha le palle con i giocatori che molto spesso non hanno voglia di giocare
    Maaaaahhhhhhh……………..

  8. Due considerazioni . Uno : si ricorda, Guerini, quando fu incaricato levando il ruolo ad Antognoni cosa disse Antonio ? ” mi aspettavo per lo meno una telefonata, da lui.” Chi la fa l’aspetti. Secondo : si comincia bene, con l’ultima ruota del carro esonerato tanto per buttare un pò di fumo negli occhi ai tifosi e dimostrare i grandi “cambiamenti”. Ma, al solito, siccome il pesce puzza dalla testa, nella Fiorentina si comincia….dalla coda !

  9. Non ho mai capito che ruola avesse… comunque è un buon inizio, adesso a fargli compagnia mi aspetto Rogg e Mencucci

  10. e come mai Sousa l’avrebbe estromesso ?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*