Questo sito contribuisce alla audience di

Guerini: “Rossi, dove trovi la forza? Mi è scappata una lacrima pensando a lui”. Quell’aneddoto curioso dopo la tripletta alla Juve

Un autentico campione di sfortuna, Giuseppe Rossi ha davvero vissuto un calvario negli ultimi anni. Chi ne sa qualcosa di infortuni è l’ex giocatore e club manager della Fiorentina, Vincenzo Guerini, che è stato intervistato dal Corriere Fiorentino: “Appena ho saputo mi si è stretto il cuore, non nego che mi sia anche scappata una lacrima. Poi ho preso il telefono e gli ho scritto un sms. Dopo così tanta sfortuna non so dove possa trovare la forza di ricominciare ad allenarsi da solo, ripartire con la fisioterapia e i mesi di duro lavoro in palestra…Ormai credo sia impossibile che torni il giocatore meraviglioso che è stato. Anche perché personalmente lo considero uno dei primi cinque che ho visto all’opera. Bastava guardarlo allenarsi per capire cosa poteva fare con la palla tra i piedi: non dico che abbia il sinistro di Messi, ma siamo lì”.

Guerini racconta anche un aneddoto curioso riguardante Rossi: “Il giorno dopo la tripletta alla Juventus lo vado a cercare negli spogliatoio, lo abbraccio e gli dico “Giuseppe sarai stanco, chissà che baldoria ieri sera”. Lui mi guarda stupito e mi fa “Vincenzo, in realtà ho mangiato una pizza da solo”. “Ma come da solo?” ribatto io. “Sì, ho scelto un locale vicino al Duomo, dove c’erano tutti stranieri: così nessuno mi ha riconosciuto e io sono potuto andare a letto presto. Domenica voglio fare ancora gol”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Speravo che ritornassi , che sfortuna!!!Fatti sentire non ti abbiamo dimenticato

  2. Pesare a un campine come rossi dato in prestito perchè con le ginocchia rotte e uno come bonucci valutato 40 miliardi mi da ai nervi.

  3. La carriera di questo ragazzo è la dimostrazione pratica che al mondo non c è’ giustizia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*