Guidi: “A Verona è stata colpa mia ma oggi risposte positive. Se in Italia vogliamo migliorare servono per forza le seconde squadre”

Commenta così il roboante successo per 7-0 sul Trapani il tecnico della Fiorentina Primavera, Federico Guidi: “Ci sono stati venti minuti nel secondo tempo dove abbiamo rallentato il ritmo, cosa che non dobbiamo assolutamente fare, ce lo eravamo detti in settimana perché venivamo da qualche atteggiamento sbagliato nelle scorse partite. Noi vogliamo giocare sempre al massimo, purtroppo a Verona ho sbagliato tanto io perché poteva gestire meglio delle situazioni. Come sbaglio io, anche i ragazzi devono fare degli esami di coscienza per crescere. La risposta comunque è stata buona oggi perché tante reti realizzate sono state frutto di concetti preparati in settimana. Toledo e Hagi? E’ Sousa che decide quando mandare i ragazzi a fare minutaggio o meno, questa settimana non è sceso nessuno per cui ho dato minutaggio ai ragazzi che sono con noi dall’inizio, in particolare Sottil e Maganjic. Quando il mister deciderà di mandare qualcuno lo accoglieremo perché siamo a servizio della prima squadra. Sette gol con sette marcatori? Mi fa molto piacere perché hanno segnato tutti, dagli interni di centrocampo come Trovato, che vi era impiegato per la prima volta ed ha risposto in modo eccezionale. Lui fino ad ora non aveva avuto spazio ma si è sempre allenato con grandissima voglia, mettendomi sempre in difficoltà nelle scelte. Formula sensata del campionato? In Italia servono le seconde squadre, perché è un passaggio fondamentale se vogliamo tornare ad essere competitivi con gli altri campionato anche a livello di nazionale. Dai risultati di quest’anno per altro si determinerà il campionato Primavera 1 e Primavera 2, per cui il livello sarà comunque più alto. Miglioramenti in difesa? Spesso tutti considerano i gol subiti come colpa della difesa, non è così in realtà perché la fase difensiva parte dagli attaccanti. A me piace parlare di fase difensiva migliorata, non solo di singoli. Abbiamo sbagliato dieci minuti a Verona e abbiamo subito due gol, di cui il secondo imbarazzante. Ripeto però che è più colpa mia che dei ragazzi in quel caso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*