Guidi: “Importante reagire dopo due risultati negativi. Dragowski molto umile. Allenare la prima squadra? La società…”

Queste le parole del mister della Primavera viola Federico Guidi dopo la vittoria contro il Latina: “Volevamo dare una risposta a noi stessi dopo prestazioni ricche di errori, specialmente dal punto di vista dell’atteggiamento era necessario dare un segnale importante. Il calendario metteva di fronte Milan e Sampdoria e il loro pareggio ci ha permesso di fare un salto in classifica. Abbiamo affrontato una squadra che si è difesa molto bassa, non era facile trovare spazi. Nel secondo tempo dopo aver sbloccato il risultato è stato tutto più facile. Dragowski? Lo ringrazio, è sceso in Primavera con grande umiltà. Era la sua prima gara in maglia viola, ha mostrato le sue grandi qualità. Non so se lo porteremo al Viareggio, faremo delle valutazioni con la società prima di stilare la lista dei 28 giocatori. Mancherà sicuramente Scalera, perché è convocato con l’Under 19. Sicuramente poi durante il torneo partiranno diversi giocatori, perché impegnati con le rispettive nazionali. Viareggio come riscatto? Partiamo da una premessa: per noi è importante far crescere i giovani talenti, vedere Chiesa in prima squadra vale più di qualsiasi trofeo. Vogliamo fare una bella figura, vogliamo essere protagonisti, consapevoli del fatto che ci sono altre grandi squadre. Se volessimo puntare ai trofei, basterebbe portare dei fuori quota come Chiesa o Hagi. Chiossi? È un classe ’99, vogliamo valutarlo da vicino. Sta facendo molto bene con il suo club, in Nazionale ha fatto benissimo. Delle avversarie non sappiamo praticamente niente, non siamo riusciti a trovare notizie. Le favorite? Inter e Juventus. Voglio nominare anche l’Empoli, ha fatto un mercato importante. Se vinciamo il Viareggio? Faccio una grande corsa, dal Bozzi alle Caldine. Allenare la prima squadra? Sono sempre stato tranquillo, la società non mi ha mai detto nulla. Ho un bellissimo rapporto con il mister, sono qui da 12 anni e amo questa squadra, mai e poi mai potrei tifare contro questa squadra. E poi sono totalmente concentrato sulla crescita di questi ragazzi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*