Guidi: “Per avere qualche Chiesa in più dovremmo fare come l’Empoli. La strada del Barcellona è impossibile da seguire”

guidi 2

Parole interessanti quelle rilasciate dal tecnico della Primavera Federico Guidi al Corriere Fiorentino, nelle quali si sottolinea le difficoltà della crescita calcistica dei giovani, in Italia e a Firenze: “Non è un problema di talento, ma è un sistema sbagliato. E’ stata abbassata l’età media del torneo a 19 anni e la distanza con il professionismo è aumentata ulteriormente. Le soluzioni? Le seconde squadre. Non ci sono fenomeni come Donnarumma, in pochi a 18 anni hanno finito il percorso di maturazione. Se i nostri giocassero in una squadra legata al club, il talento si disperderebbe di meno. La Fiorentina invece fatica? Gli esempi Bernardeschi e Babacar dimostrano il contrario. Forse manca un pizzico di coraggio, ma non certo a Sousa: prima ha lanciato Diakhatè, ora Chiesa. Continuità tattica tra giovani e prima squadra? Impossibile. Dovresti reclutare già i piccolini con caratteristiche specifiche e a Firenze non si può fare perché si punta sulle potenzialità. Il Barcellona recluta sul sistema di gioco, ma loro hanno scelte infinite. La Fiorentina si muove per i ragazzi under 14 solo in Toscana e dai 16 anni cerca anche all’estero. Allenamenti in sedi separate? Questo è un tasto dolente. Il problema delle strutture porta dispersione di talento. Il nostro settore giovanile gioca in 4 impianti diversi. Prendiamo l’Empoli: avessimo il loro centro sportivo di Monteboro, in prima squadra ci sarebbero almeno 2-3 Chiesa in più. Comunque a Firenze c’è il talent scout numero. Come Corvino ce ne sono pochi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*