I cambi sbagliati

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Chiesa per Tello, Sanchez per Badelj e Vecino per Milic, questi sono stati i tre cambi di Paulo Sousa durante il secondo tempo della sfida contro la Sampdoria. Sostituzioni che hanno fatti discutere: il tecnico portoghese ha preferito il giovane figlio d’arte ai vari Babacar e Zarate, mentre il secondo e il terzo cambio hanno visto l’ingresso in campo di due centrocampisti. In quei minuti la Fiorentina aveva bisogno di un attaccante come il senegalese, magari al posto di Kalinic o proprio al fianco del croato: e invece no, Paulo Sousa ha preferito rinforzare il centrocampo lasciando là davanti l’ex Dnipro e Ilicic. Decisioni che hanno fatto riflettere i tifosi, a maggior ragione al termine della partita quando erano ormai palesi gli errori commessi. I subentranti, poi, non hanno portato praticamente alcunché alla causa viola e il pareggio è stata solo la logica conseguenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. La squadra più mediocre degli ultimimtempi grazie alla solita tirchiaggine dei fratellini beoti, in mano ad uno scarso presuntuoso che distrugge tuttingli attaccanti che abbiamo. cacciato Rossi ,disintegrati Baba e Zarate. dove pensiamo di arrivare con Tello milic e tomovic….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*