I conti lasciati in sospeso da Corvino: Ecco come potrebbe essere il mercato di gennaio della Fiorentina

Corvino Conferenza Stampa Moena

Potrebbe essere un mercato di nomi già sentiti più volte quello che riguarderà la Fiorentina a gennaio. Tralasciando quelle che potrebbero essere affari in uscita imminenti dei quali si parla da un po’ come la partenza di Badelj in direzione Milan o Inter davanti a una congrua offerta, sono molte le trattative in entrata lasciate aperte dalla società di Viale Manfredo Fanti da questa estate. Si può cominciare da quella più chiacchierata e che riguarda l’ex Stevan Jovetic, il quale non ha mai spesso di piacere al direttore dell’area tecnica Pantaleo Corvino il quale lo portò a Firenze anni or sono. L’attaccante montenegrino è stato veramente a un passo dal suo ritorno in viola in estate, e adesso i contatti con l’Inter sono stati riavviati; c’è però l’incognita Pioli, dato che il neo-tecnico nerazzurro potrebbe decidere di non volersi privare di una pedina offensiva del suo valore. Un suo ritorno sulle rive dell’Arno potrebbe essere agevolato da una probabile partenza di Zarate che al momento non sembra essere nelle grazie di Sousa.

Altro nome del quale si era parlato in estate per rimpolpare il fronte d’attacco della Fiorentina è quello di Abel Hernandez dell’Hull City; l’ex Palermo non disdegnerebbe un ritorno in Italia e non è detto che gli uomini di mercato viola non possano riavviare più in avanti i contatti per lui. Sul fronte degli esterni, come vi avevamo anticipato nelle scorse settimane, resta caldo il nome di Juan Iturbe; il giocatore della Roma probabilmente chiarirà con i giallorossi il suo futuro nelle prossime settimane, e solo da quel momento in poi se ne potrà semmai riparlare con il club viola. A centrocampo piaceva e continua a piacere Paolo Faragò del Novara, il quale sta sempre più mettendo in mostra le sue grandi qualità in serie cadetta attirando  di conseguenza le attenzioni di altri club: la Fiorentina dovrebbe comunque avere in questo senso un canale preferenziale dati i tanti sondaggi effettuati durante il mercato estivo.

L’ultimo dei “nomi già fatti” è quello di Marco Sportiello: la Fiorentina, pur avendo un bell’assortimento di portieri a disposizione, resta comunque alla finestra per l’estremo difensore dell’Atalanta, che piace anche dal Napoliper la quale aveva provato l’affondo nelle ultime ore dell’ultimo mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Sono tre anni che si aspetta qualche giocatore buono…e invece si da via sempre i migliori….ho perso la fiducia e spero davvero che l’impero dei della valle crolli con loro sotto..FORZA VIOLA

  2. Tifolamagliaviola di tutti questi il solo Jovetic se è nei suoi cenci può essere utile , te dici che non importa che giochi in B e invece importa eccome visto che fra la serie A e la serie B c’è molta differenza .
    Ma tanto ormai se capito che con questa proprietà non si vincerà niente perchè sono loro i primi nel non voler vincere .
    Corvino che colpe può avere con giocatori che costano 3 ml è già tanto che sanno dare un calcio ad un pallone i colpevoli sono più in alto per come si sta evolvendo questa situazione.

  3. Tifolamagliaviola

    Farago’ è l’unico nome “intelligente”, che giochi in b significa poco, pero’ va preso subito perchè il suo prezzo cresce di domenica in domenica. Jojo è un ex-giocatore, chi dice che puo’ fare 15 goal all’anno non ha visto quello che ha fatto da quando è partito da Firenze, ossia nulla e infortuni a catena. Hernandez una scommessa, Iturbe una sola, Sportiello è finito in panchina dopo 4 giornate … di che si parla?

  4. SPORTIELLO sarebbe l’ennesimo portiere scarso che difficilmente porterebbe via il posto allo scarso tata..poi jojo non è più un calciatore..vedi ultimi tre anni..poi un centrocampista dalla B …mi sembra tutto in linea con l’andazzo degli ultimi anni…

  5. Gli unici acquisti veri Dix, Toledo e Drawgosky, non hanno giocato nemmeno un minuto! Questo è il grande Corvino, scopritore di talenti! Quante volte rimpiangeremo Pradè

  6. Alessandro, Toscana

    Il solito Corvo, budget ZERO e fisse per i soliti, ed anche quest’anno zero titoli.
    Andasse in pensione e si ritrasse, così poi vanno via anche i DV e tutta Firenze in festa!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*