I Della Valle e il compromesso con Sousa

I Della Valle e Paulo Sousa, la proprietà e la guida tecnica, e un compromesso raggiunto tra le parti che sicuramente indirizzerà il prossimo mercato della Fiorentina. Dell’argomento ne parla oggi La Nazione che scrive che la proprietà è sicura di potersi fidare del proprio allenatore tanto da essersi stabilito un nuovo equilibrio di poteri. C’è sintonia tra le parti relativamente agli interessi e i viola hanno davanti a loro un’occasione clamorosa per quanto riguarda la conquista dello scudetto. Per questo troviamo un allenatore che avrà poteri anche manageriali perché ha già dimostrato, specialmente con Kalinic, di poter far rinforzare la squadra non spendendo tanto, ma spendendo bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Redazione, scusate non centra niente con l’articolo, ma dovevo farvi questa domanda.
    Su Salah si diceva che a dicembre ci sarebbe stata la sentenza definitiva sull’eventuale squalifica, si sa qualcosa a riguardo??? Grazie.
    Ancora no.

  2. Sousa si imbufalì quando Cognigni gli vendette sotto il naso e alla zitta Savic, per Suarez e soldi. Sousa dissentì in modo categorico. Con quei soldi Cognigni comprò Kalinic, indicato da Sousa. Questo per dire che il mercato deve essere fatto in sintonia tra allenatore e società, cosa che, ad oggi, alla Fiorentina non avviene. Ma sembra che le cose cambieranno. Cambieranno ?? Lo spero ma non ci credo.

  3. Non capisco che cosa gliene freghi ai tifosi se la società paga Rogg e perché lo paga. A noi deve interessare il gioco e la classifica, tutto il resto è fuffa!!! Inoltre se date retta a qualo che scrive la Nazione siamo messi molto male. Memoria corta??? non vi ricordate che per Gomez e Rossi la società ha sborsato 30 milioni!!

  4. il compromesso è che la società tiene i bilanci a posto e Sousa ci suggerisce i giocatori funzionali al suo gioco che non costano l’impossibile
    un po’ come ha fatto con kalinic
    esempio:widmer costa troppo?Probabilmente sousa vorrà Xhaka o un altro a noi poco conosciuto
    e poi se si dovrà fare qualche cessione eccellente(ilicic,rossi,suarez,badelj,etc)per tenere i conti a posto,questo dovrà essere detto da sousa
    si può puntare alla Champions, anche vendendo un giocatore forte all’anno

  5. brava/o KEONILDA … hai azzeccato in pieno il punto, che ci stanno a fare?? per quanto mi riguarda ROGG potrebbe anche andre via, la sua inutilità è incredibile … mentre per pradè lo reputo un dirigente ottimo per condurre le trattative, che dice SOUSA.
    Sousa individua il giocatore e pradè fa la trattativa (sai come è, sousa deve anche allenare).
    Approposito … parliamo di Rogg, che servizi ha dato alla Fiorentina?? e perchè è ancora li??

  6. …a parte i “fenomeni” ogni giocatore si dimostra forte o meno forte a seconda di che ambiente trova, degli equilibri, dell’ambiente, della fiducia che sente, del come si sente inserito nel progetto e nella città, dalla qualità dello spogliatoio….i fattori sono tanti, spesso definiamo bidoni, giocatori che semplicemente non trovano le condizioni anche psicologiche, giuste per esprimersi, mentre magari le trovano altrove…la psiche umana è varia…

  7. Se è vero quanto riportato, con un Sousa alla Ferguson, allora è possibile sia fare quel salto di qualità tanto atteso e mai realizzato sia vedere cambiare, alleluia, i metodi Societari nella campagna acquisti. E’ ovvio che quel che conta sono sempre i soldi messi a disposizione, ma almeno ci eviteremo di veder arrivare i Ficini di un tempo o i Rosi dello scorso anno e di sentirceli spacciare come grandi acquisti voluti dagli allenatori. Sousa sa quel che vuole, speriamo che riesca ad averlo.

  8. caro FOLLE, te dici che diveniamo un grande team se il mercato lo facesse Sousa? e allora Prade’ e Rogg che li pagano a fare?

  9. Magari sousa farà qualche errore tecnico nel condurre una partita ma, lui è un GRANDISSIMO talent scout!!!
    Sono contento che il mercato finalmente lo farà l’allenatore e non la società. Questo vuole dire ragionare da grande TEAM.
    Vediamo come va il mercato invernale ma, se arrivano i 4 giocatori che vuole sousa più le cessioni (prestito o cessioni definitive) indicate da lui, sono convinto che siamo vicinissimi al salto di qualità.
    Mi sogno una Viola alla ”Borussia Dortmund/Atletico Madrid”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*