Questo sito contribuisce alla audience di

I Della Valle non vendono la Fiorentina e vogliono ripristinare rapporto con Firenze. Diego: “Non rinnego critiche, ma davanti…”

Un nuovo atteggiamento di Diego Della Valle. E’ quello che si ricava, scrive La Nazione, incrociando l’imprenditore che è anche il proprietario della Fiorentina. Un DDV che in generale ha ammesso di aver aperto una nuova fase: “C’è il momento di fare le critiche e quello per fare le cose in modo che funzionino. Non rinnego le critiche, quelle restano, ma abbiamo davanti molte altre chance”.

Diego Della Valle, scrive ancora il quotidiano fiorentino, non ha intenzione di vendere, né tantomeno di svendere, quindi resta all’orizzonte l’ipotesi di ripristinare il rapporto con Firenze, cercando di capire quanto sia circoscritta l’anima della “contestazione a prescindere”. In sostanza si augura di fare emergere la parte di Firenze convinta che altrove sia difficile trovare di meglio, in termini di solidità e impegno societario.

Due persone, due fratelli con carattere molto diverso: mentre Diego poco si lascia condizionare dal malcontento, diversa è la sensibilità di Andrea che invece “soffre a rimanere a casa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. Missione impossible..
    non si snobbano i tifodi..
    non si spaccano i tifosi..
    gestione clienti inappropriata..
    Tante figure di cioccolata per “contestazioni su accordi ecc” accumulate negli anni con ex calciatori.
    dalla Fiorentina sempre e solo “pezze” messe nel tentativo di chiudere buchi formatisi per incuria..
    Ci sono voluti 13 anni per vedere qualcuno di Firenze che sa di calcio nello staff della Fiorentina.
    E anche ora che c’è.. il suo ruolo non è certo quello che serviva per limitare il cattivo operato di gnigni e corvo..
    non è questa una gestione appropriata di una società di calcio per una città come Firenze..
    Non c’è niente da risaldare.. non si è mai stabilito un rapporto..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*