I DELLA VALLE PENSINO AL LORO TORNACONTO

Ora è il momento che i Della Valle pensino al proprio tornaconto. Il mercato di gennaio raramente ha riservato colpi a buon mercato in grado di cambiare volto alla squadra. E, come ha ricordato proprio ADV, le sòle sono sempre in agguato. Anche la saldezza del bilancio, da tenere distante da tracolli e rischi di default, è un valore da conservare. Però nella vita ci sono anche le occasioni da prendere o perdere al volo. Dalla vittoria del secondo scudetto è passato quasi mezzo secolo. In questo ampio lasso di tempo solo in due campionati la Fiorentina ha avuto la possibilità, senza poi concretizzarla, di conquistare il titolo: nelle stagioni 1981/82 e 1998/99. Una terza possibilità è quella che si sta materializzando oggi. Finanze societarie sane e competitività ai massimi livelli non sono in contraddizione. Si tratta di investire, non di spendere (e i Della Valle conoscono bene la differenza), per offrire ad una squadra già forte e ad un allenatore capace, l’opportunità di vincere. I riflessi di un simile evento per i Della Valle sono facilmente sintetizzabili. La vittoria dello scudetto a Firenze porterebbe: una enorme ondata pubblicitaria personale e non; l’accesso alla Champions, ovvero al rientro immediato con gli interessi di quanto speso nel mercato invernale; un posto d’onore nella storia della Fiorentina che è indissolubilmente legata a quella di Firenze, non una città qualsiasi. Rischi? Nessuno. Fortunatamente la Fiorentina ha in “portafoglio” alcuni “titoli” (Bernardeschi, Alonso, Vecino, Babacar) che costituiscono una sorta di polizza assicurativa. Se i risultati dovessero precipitare, chiudendo sia la porta del titolo che della qualificazione Champions, sarà sufficiente (anche se doloroso) vendere a giugno uno dei gioielli di famiglia per rientrare delle spese, fare punto e a capo e ricominciare. La Fiorentina sta correndo più forte del previsto, ma ormai è assodato che non si tratta di un fuoco di paglia. I Della Valle pensino al loro tornaconto. Ogni sforzo per sostenere la squadra in questo rush imprevedibile ed entusiasmante va fatto perché conviene a tutti. Se non ora, quando?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

49 commenti

  1. ququesta farsa

    questa e ‘ una societa’ di checche e di giiocatori senza palle . guardate i gobbi quelli vincono perche’ ci mettono oltre che la bravura pure il cuore . i nostri ? nulla brancoliamo nel nulla . con un allenatore che improvvisa alonso sulla fascia destra oggi ho visto tutte le comiche del mondo mi mancava questa . ma andate tutti a fare nel culo voi e noi tifosi che ci mangiamo il fegato branco di buffoni.

  2. A loro i conti tornano sempre…

  3. Quindi in attacco Matos e El sharawi al posto di Babacar e Rebic in prestito, a centrocampo kunz e Missiroli al posto di Suarez e Verdu , in difesa Lisandro Lopez e Zappacosta al posto di Pasqual e Gilberto… e scusate se vi ho rotto le p… ma io mi sono divertito con le mie fantasticherie.. dovevo allentare l’ansia prepartita— FORZA VIOLA

  4. Claudio San Miniato

    ogni tifoso sogna che dal mercato possano arrivare giocatoroni per il definitivo salto di qualità , a chi non piacerebbe il trio Lopez-Praet-Bernard? Secondo me si potrebbe fare ugualmente un buonissimo mercato con dei giocatori meno appariscenti ma che comunque potrebbero ( sarebbero) ottimi investimenti. Se abbiamo un po di potere , allora andiamo ad Empoli e prendiamo Tonelli , ottimo difensore, Zielinsky ( o come si scrive) e a Carpi per prendere Letizia. Sono convinto che la squadra verrebbe rinforzata e avremmo fatto investimenti mirati per il futuro

  5. Aggiungerei anche per completare le mie speranze per un mercato di riparazione ottimale, il rientro di Matos e la cessione in prestito di Rebic,Missiroli puo’ essere il giocatore adatto al completamento del centrocampo con la cessione di Suarez E VERDU e se poi ci fosse lo spazio per una ciliegina sulla torta. un’alternativa valida ad Alonso sulla fascia non guasterebbe per niente con la cessione di Pasqual che non mi sembra in sintonia con l’allenatore e anche di Gilberto che trovo inadeguato

  6. Basta con questi articoli pensierini da prima elementare. A proposito… di elementare: ma non l’avete capito ancora che non conta spendere (vedi Milan ecc) ma conta spender bene???? E in questo i DV hanno già dimostrato tutto il oro valore!! Punto.

  7. …..mancano loro la squadra non ne risenta troppo—Gabbiadini o EL sharawi davanti potrebbero essere adatti a sostituire sia kalinic , che ILICIC O Berna, quel giocatore che gioca nel campionato belga a me sembra che abbia le stesse caratteristiche di Borya , e dietro Lisandro Lopez potrebbe essere quello giusto… questa potrebbe essere la strada per provarci …

  8. …piuttosto quella di vincere veramente…questi tifosi non amano la fiorentina e non possono aiutarla a vincere..Matteini in questo articolo vuole spronare semplicemente i DV a provarci . perlomeno ad arrivare in zona champion , che e’ poi il primo passo necessario per fare una squadra da scudetto, perche’ se non ci provano quest’anno non ci proveranno mai piu”’- IO credo che per poterlo fare devono trovare tre sostituti dello stesso valore di Borya, kALINIC, E Gonzalo perche quando..SEGUE

  9. Non che voglia difendere Matteini , gli sono andato contro spesso e volentieri in molti dei suoi articoli , ma leggendo questo articolo io non vedo nessun suo tentativo di accapparrarsi le loro grazie e di salire sull’ipotetico carro dei vincitori…E sta proprio qui il punto, fino a che a Firenze ancora si parla di tifosi che possono salire sul carro ed altri no, significa che ancora non siamo pronti a vincere niente, perche’ e’ piu’ importante la voglia di dire ”io l’avevo detto” …segue

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*