I due leader della Fiorentina

Borja Valero Barcellona

Borja Valero Barcellona

Con l’addio di Pizarro, Aquilani, Neto e Vargas, toccherà a Gonzalo Rodriguez e a Borja Valero prendere in mano la creatura di Paulo Sousa: sono loro i giocatori più carismatici della Fiorentina ed avranno il compito di guidare la squadra sia dentro che fuori dal campo. Arrivati entrambi dal Villareal nell’estate del 2012, hanno rivestito un ruolo primario nel triennio di Montella, con la Fiorentina omaggiata ed esaltata da tutta Italia per il bel gioco. Salutato Savic, il nuovo partner di Gonzalo sarà Astori, acquistato dal Cagliari: nella partita di ieri contro la Lucchese, Paulo Sousa ha testato la nuova coppia difensiva: i due sembrano aver già trovato la giusta intesa, anche se l’avversario non era dei più forti e un giudizio più preciso potrà esser dato soltanto dopo le prime giornate di campionato. Borja Valero invece è chiamato al riscatto dopo un’annata piuttosto deludente: con il passaggio dal 4-3-3 (o 3-5-2) al 4-2-3-1 e di conseguenza dal centrocampo a tre a quello a due, cambierà anche il ruolo del numero 20 viola. Quest’ultimo può giocare in coppia con Suarez nella mediana viola o avanzare e posizionarsi nel terzetto dietro alla punta in posizione centrale. Ciò che conta, e qui il discorso vale anche per Gonzalo, è che i due prendano in mano la nuova Fiorentina di Paulo Sousa che, come già detto, ha riposto molta fiducia nei due ex Villareal.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Occhio che il Villareal era poi retrocesso, neglio affidarsi a Suarez e Ilicic.

  2. Secondo me con se avessimo avuto un altro difensore di alto livello come gonzalo, il buon rodriguez poteva essere schierato anche in mediana qualche volta insieme a borja o suarez. Le caratteristiche ce le ha e vede pure bene la porta. Ovviamente ora e’ assolutamente impossibile spostarlo dalla.difesa. che ne pensate?

  3. Più di Borja io vedo Gonzalo il vero leader. Gonzalo è uno che anche i campo fa sentire il “carattere” , mentre Borja è bravo ma caratterialmente troppo “gentile”

  4. Ma perche’, forse Aquilani era carismatico all’interno dello spogliatoio? Venvia dai….

  5. Bravo Sousa, ieri ha provato la difesa senza i due mediani titolari testandone la tenuta, oggi li schiererà con una difesa meno competetiva. Buon lavoro Mister.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*