I due sacrifici sull’altare di Bernardeschi

L’esordio in Nazionale ha contribuito sicuramente ad aumentare le attenzioni intorno a Federico Bernardeschi, destinato chissà a spiccare il volo anche verso i principali lidi del calcio europeo. Secondo quanto rilanciato da Lady Radio, la Fiorentina avrebbe la volontà di tenersi stretto il talento di Carrara per un altro anno almeno, preferendo eventualmente cedere due calciatori come Khouma Babacar e Matias Vecino. Entrambi con un certo mercato e magari meno incisivi nell’economia della squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Scusa Green, forse mi sono sfuggiti i campionati e la coppe vinte da quelle squadre che citato, il Torino il Genoa, se vuoi lottare con quelle vedrai che quando vanno via il DV ti levi la soddisfazione.

  2. Alessandro Ale

    Non riusciamo a tenerci Vecino? Ma se un giorno tra i giovani emerge un campione tipo Baggio o Bati ci resta almeno tra una sessione di mercato e l’altra? O chiediamo una sessione di mercato anticipata per venderlo a novembre? Eppure non servirebbe molto per candidarsi al terzo posto (seriamente) entro tre anni, basterebbe tenere Bernardeschi, Vecino, Alonso, Lezzerini, Tello, Minelli, Gonzalo e sarebbe un ottimo punto di partenza. Certo, se siamo una fermata del tram ci vuole un culo assurdo

  3. Sono 3-4 anni che arriviamo al 4 posto…
    Sono anni che giochiamo in Europa…

    Eppure non riusciamo a tenere giocatori come Bernardeschi o Vecino per più di 1-2 stagioni e costruire qualcosa attorno a questi giovani…
    Mentre realtà come Torino o Genoa tengono i propri giocatori addirittura per 3-4 anni (Perin, Maksimovic, Glik, Darmian, ecc.)…

    Che delusione questa proprietà!

    Ha detto bene ADV…
    Lui è il GARANTE…
    Del non vincere un tubo finché ci saranno loro e del non progetto vero!!

  4. Con quelle due vendite la Viola farebbe una grande cappella! Meglio disfarsi di Ilicic,Mati Fernandez e Tomovic ,per non parlare di Costa, Kuba, e tutti quelli che sono in prestito con l’esclusione,forse,di Tello-

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*