I fondi di investimento entrano in Fiorentina

jorgemendes

jorgemendes

Sono la nuova frontiera del calcio, ci riferiamo ai fondi di investimento, società che sono proprietarie dei cartellini (o di parte di essi) dei giocatori e possono decidere anche i destini di molte squadre. E ora stanno sbarcando, per non dire che sono già sbarcati, anche in Italia. Doyen Sports ormai gestisce il mercato del Milan, mentre a Firenze e alla Fiorentina ora c’è la mano di Jorge Mendes, procuratore portoghese (tra gli assistiti ci sono anche Cristiano Ronaldo e Josè Mourinho tanto per citare i più famosi) e gestore ad esempio di Quality Sports Investments, una società della quale si sono già occupati molti giornali in Inghilterra, che agisce. Da qui nasce anche l’arrivo di Pedro Pereira in viola, dirigente che era sconosciuto ai più fino a qualche giorno fa e con il quale Mendes ha ‘collaborato’ mentre si trovava allo Sporting Braga. Una strada rischiosa quella intrapresa dal club dei Della Valle, che può portare a grandi risultati (il Siviglia ne è un esempio) ma può produrre anche grandi flop, perché talvolta si predilige un acquisto per la vicinanza a certi procuratori piuttosto che per le reali capacità tecniche dei giocatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

37 commenti

  1. gianni daviddi

    Che coda di paglia che avete…ma non ve ne rendete conto? Gli addetti ai lavori sanno tutti chi e’ Pereira, il riferimento non era certo ai lettori del sito…e siccome vi ritenete e, fino a prova contraria lo siete(?), addetti ai lavori dovreste conoscere il ds dello sporting Braga, che non e’ l’ultima squadretta del mondo…e’ troppo facile criticare a prescindere e per poterlo fare con cognizione di causa bisognerebbe conoscere le cose…senno’ e’ dare aria alla bocca, cosa che di questi tempi a Firenze va di moda, ma si rischia di fare figuracce. Quanta gente mangia con la viola…

  2. È un’opportunità di crescita avvicinarsi a questi fondi ma bisogna stare molto ma molto attenti. Molte società hanno vinto con questo metodo ma occhi ben aperti.

  3. Gianni Daviddi sapra’ anche (senza preventivo controllo su Google…) Chi sia il DS dell’Apoel Nicosia. Vaiavaia Gianni! E tu sei ridicolo di nulla vai…

  4. Il mondo del calcio è oggi in mano agli sceicchi ed ai fondi di investimento. Essersi appoggiati ad un Mendes credo che sia un’ottima strategia per il nostro futuro sportivo.
    C’è chi si appoggia a Raiola chi a Mendes. Io personalmente preferisco il secondo perchè potrà segnalare i giovani più promettenti da tutto il mondo.

  5. Visto che tanto qui non si vince niente se questi fondi permettono di vincere alla Fiorentina come stanno facendo A.Madrid e Siviglia ben vengano tanto peggio di come siamo ora .
    Gianni daviddi, ma chi lo conosceva Pereyra prima che arrivasse alla Fiorentina io no di sicuro ………………………….

  6. gianni daviddi

    Pereira sconosciuto ai piu’? Oramai la vostra ignoranza e’ proporzionale alla vostra arroganza…povero giornalismo (?) fiorentino!
    Ormai siamo giunti al paradosso che pur di dare contro a chi scrive, chiunque sia, si nega anche la realtà dei fatti. Va bene, allora Pereira è un nome famosissimo per tutto il pubblico calcistico, ma non solo italiano, anche mondiale. Menomale che c’è lei Gianni a sottolineare l’ignoranza e l’arroganza del giornalismo fiorentino. Un saluto S.D.C.
    PS: peccato non aver fatto tre mesi fa un sondaggio tra i lettori di Fiorentinanews “conoscete il nome del direttore sportivo dello sporting braga?”. Sicuramente il 99% degli interpellati avrebbe saputo rispondere e senza andare a cercare su google la risposta

  7. ma non mi sembra una cosa buona ma forse e per una brutta esperienza nel lavoro mi sembra impossibile che siano mecenati il loro interesse potrebbe finire per collidere con la viola se non ci fossero sarei piu felice

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*