Questo sito contribuisce alla audience di

I giudici di Calciopoli: “Moggi a capo di tutto, imponeva sue decisioni agli arbitri. Molteplici prove dell’associazione a delinquere”

Dopo le sentenze ecco anche le motivazioni per le condanne al processo di Calciopoli. I giudici si sono espressi con chiarezza sul ruolo avuto da Moggi che “era il capo di tutto”. Non solo, l’allora amministratore delegato della Juventus “imponeva le proprie decisioni agli arbitri”. E ancora: “Esistono molteplici prove dell’associazione a delinquere” a cominciare ormai dalle ormai famose schede svizzere che utilizzavano tutti i sodali dell’AD bianconero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Purtroppo io sono ancora un puro e se fossi stato gobbo, la mia onestà interiore mi avrebbe fatto cambiare squadra, dopo tutte quelle ruberie appurate. E’ molto facile tifare per una squadra che di riffa o di raffa vince quasi sempre e poi andare all’osteria a proclamare che siamo i piu´forti. Tifosi gobbi, provate a tifare Viola e poi vediamo se sarete capaci di fagocitare tutte le ingiustizia subite in questi anni. Appurato che siete una delle peggiori tifoserie, vi piace vincere facile, vero?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*