Questo sito contribuisce alla audience di

I mattoncini della costruzione viola sono già in casa?

Ritiro di Moena che volge ormai al termine, con gli ultimi tre giorni prima della partenza per il Sud America. Alcune considerazioni possono però già essere fatte secondo il giornalista Francesco Matteini, sul suo sito violaamoreefantasia.it, in particolare riguardo a Piccini e Bernardeschi:C’è un solo giocatore che mi ha colpito in queste due prime partitelle della Fiorentina a Moena: Cristiano Piccini, 22 anni ancora da compiere, fiorentino doc. Sviaggia sulla fascia destra che è una bellezza. Corre come un treno e quasi sempre riesce ad arrivare sulla linea di fondo per effettuare il cross. Non disdegna di puntare l’avversario e saltarlo in dribbling. Non si tira indietro se occorre affondare il tackle per recuperare un pallone. E’ vero che gli avversari di queste due partite-allenamento (la rappresentativa del Trentino e i campioni di San Marino della Fiorita) non possono essere un esame di maturità. Le capacità difensive, per esempio, sono ancora tutte da scoprire. Però Piccini, per ciò che ha fatto vedere finora, almeno in fase propulsiva, mi sembra già meglio di Roncaglia, Diakite e Tomovic. Lo avevo visto giocare anche in Primavera, prima del trasferimento allo Spezia e poi al Livorno, e anche allora avevo avuto l’impressione di un giovane su cui puntare. Siamo certi che non possa essere lui la soluzione per la fascia destra? Andare a pescare all’estero è davvero un’esigenza o una smania di offrire un nome più esotico del fiorentinissimo Piccini? E non voglio sentir dire che è giovane e va mandato a maturare ancora fuori le mura. A 22 anni un giocatore, se è bravo, proprio all’estero, va in campo e gioca titolare. Mi sento di estendere il ragionamento su Piccini a Bernardeschi. E’ uno che ha colpi di classe notevoli. Lo preferisco a Joaquin, Yakovenko, Wolski, Ilicic. Potrebbe essere il “quarto moschettiere” dell’attacco viola insieme a Rossi, Gomez e (speriamo) Cuadrado. Il futuro della Fiorentina va costruito passo per passo: occorrono i mattoni per il nuovo stadio e i giovani della Primavera per la prima squadra. E’ la differenza tra investire e spendere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Enrico (il Saluzzese)

    Jack di Campi debbo riconoscere che anche tu hai le tue ragioni.Si è arrivati quarti per due anni però senza vincere nulla, neanche la coppetta.E poi perdonami ma siamo arrivati con 40 punti di distacco dalla iuve e a quanti non so più dalla Roma e dal Napoli .Insomma un campionato alla pari con un sacco di altra gente senza nessun acuto se non la vittoria contro la iuve.Per quanto riguarda il 10° posto è la mia previsione per quest’anno stando la situazione di mercato attuale.Ciao!

  2. Dipende tutto da che campionato voglio fare i DV,se per i primi 3 posti si deve comprare se per arrivare tra i primi 8 vanno bene i giovani che abbiamo già in rosa.SFV

  3. ma se Piccini e’ tanto bravo proprio non si capisce perche’ nel Livorno retrocesso faceva panchina.. Bernardeschi? i colpi ce li ha ma ha fatto 7-8 goals su azione in Serie B che e’ un campionato veramente modesto.. per fare un nome Insigne alla eta’ del Berna in serie B di goals ne fece oltre 20 e dopo due anni fa ancora la panchina nel Napule.. aspettiamo.. poi dipende dagli obbiettivi.. per arrivare tra il quinto ed il settimo posto sti ragazzi potrebbero anche bastare..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*