Questo sito contribuisce alla audience di

I meriti di Paulo

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Sono tante le critiche da muovere a Paulo Sousa per le scelte fatte in questa prima parte di stagione. Ma non ci sono solo ombre a proposito dell’operato del tecnico portoghese, ma anche qualche luce che è destinata ad illuminare inevitabilmente il futuro della Fiorentina nei prossimi anni. I meriti di Sousa nell’esplosione di Bernardeschi e nella crescita di Chiesa sono evidenti: il portoghese ha puntato fin da subito sui due talenti gigliati, schierandoli in campo anche quando nessuno se l’aspettava (Chiesa allo Stadium alla prima di campionato). Il processo di crescita di Bernardeschi è stato lungo e probabilmente non è ancora finito: il numero dieci viola ha giocato in più ruoli diversi, ma adesso Sousa ha deciso di riportarlo dietro Kalinic, più nel vivo del gioco, e gli effetti sono evidenti. Il figlio d’arte invece, sta vivendo da protagonista la prima stagione con i professionisti e partita dopo partita sta diventando un giocatore sempre più imprescindibile per la Fiorentina. Anche in questo caso buona parte dei meriti vanno a Sousa, che ha dimostrato di credere nel piccolo Federico fin dal ritiro di Moena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. La differenza fra un buon allenatore che a fine stagione fa dei buoni numeri ed un gregge di pecore è che nel primo caso l’allenatore adegua la formazione all’avversario o quantomeno cerca di avvicinarla il più possibile al puzzle corretto per affrontare la gara, nel secondo caso si usano dei moduli apparentemente ovvi, con giocatori apparentemente più forti, con ruoli apparentemente più adeguati.

    Nel primo caso i risultati a fine stagione saranno buoni, nel secondo caso i risultati a fine stagione sarebbero apparentemente buoni.

    Se fosse tutto cosi ovvio come potrebbe sembrare, la figura dell’allenatore nel calcio sarebbe matematicamente eliminata in quanto superflua e si risparmierebbe uno stipendio notevole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*