Questo sito contribuisce alla audience di

I PROVINCIALI SURCLASSANO GLI INDIFFERENTI. MA E’ UNA VITTORIA INUTILE SE…

“Per i fiorentini è la gara dell’anno, per noi una partita normale”. Ci ha pensato Leonardo Bonucci a farci capire prima della sfida di ieri qual era la contrapposizione: fiorentini provincialotti contro indifferenti professoroni di calcio. Ebbene i provincialotti stavolta hanno surclassato gli indifferenti, che sono entrati in campo con la spocchia che li accompagna da tempo, credendo di trovare una squadra che si sarebbe ‘scansata’ (rifacendosi al termine utilizzato un po’ di tempo fa da Buffon sugli avversari trovati in Italia) e che invece ha fatto suo il bottino pieno strameritatamente.

Intensità, pressing, gioco, voglia di vincere, attenzione dietro, la Fiorentina in novantasette minuti (tanto è durata la gara compresi i recuperi) ha messo in mostra tutto quello che non aveva fatto, o aveva fatto solo parzialmente, il resto dell’anno. E qui arriviamo ad un punto importante: l’impresa è riuscita ma non va vanificata. E’ stato bellissimo battere la Juventus capolista, ma la vittoria diventerebbe inutile se contro il Chievo Verona sabato prossimo non arrivasse una prestazione simile a quella vista contro i bianconeri, magari accompagnata da un’altra vittoria.

Continuità questa sconosciuta. E’ questo che è mancato in primo luogo alla formazione di Sousa quest’anno. In termini assoluti la Fiorentina non ha perso molte volte (cinque, solo una in più rispetto alla Juventus) ma ha buttato via una serie di punti che gridano vendetta e che avrebbero fatto molto comodo per avere una classifica di ben altra fattura. Siamo davvero curiosi di vedere la riprova: è da qui che partirebbe, per davvero, il rinascimento viola che tutti auspichiamo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    A parte la concentrazione e la determinazione che sono indispensabili se vuoi arrivare a un buon livello, c’é anche il problema tecnico d’affrontare delle squadre che fanno catenaccio e ripartenze per 80 minuti. La Fiore ha giocato bene con le grandi squadre perchè loro non fanno catenaccio quindi si puo’ giocare e con un po’ d’attenzione si puo’ dire la nostra. Abbiamo perso punti con squadre che facevano poco piu’ che catenaccio e questa penso sia soprattutto una responsabilità dell’allenatore

  2. Fracazzo da Velletri

    Purtroppo anche noi troppo spesso siamo professoroni indifferenti nei confronti dei provinciallotti tipo Crotone !!!questo è il nostro grande limite! !!
    Ha ragione Paolo1!

  3. D’ accordissimo con te
    Se la societá sapesse tener in tensione i giocatori avremmo ben altra classifica
    Invece sono molli..e Sousa nn mi pare molto stimolante…
    Ad arrivare 7 forse…

  4. Per me Giancarlo Antognoni è l’acquisto di gennaio..

  5. Se lo spogliatoio sentirà la mano ferma della Societa’, c’è qualche speranza di un miglior futuro; come sempre , dipenderà dal manico(Cognigni, Corvino,ADV,DDv, ecc.ecc….).

  6. Come tutti gli strisciati è odioso, ma purtroppo dice il vero.
    Forse faremo qualche altra bella prestazione, simile a quella di ieri (contro il Napoli ad esempio abbiamo giocato bene!), ma in generale non è così ….

  7. La vittoria è stata bellissima a prescindere che sia stata con la Juve, perchè è scaturita da una prestazione veramente superlativa, però al tempo stesso viene la rabbia perchè non vengono fatte prestazioni con squadre di portata minore e quì secondo me è l’allenatore che deve inculcare questa mentalità alla squadra e anche qualche dirigente, voglio sperare che con l’avvento di Antognoni qualcosa in questo senso può cambiare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*