I tre episodi che hanno fatto sbottare Montella

Lo sfogo di Vincenzo Montella dopo la partita contro il Siviglia è fatto noto. Ma da dove nascono le parole del tecnico all’indirizzo dei tifosi della Fiorentina? Sono stati almeno tre gli episodi che lo hanno fatto sbottare e che hanno ferito parte della squadra. In primo luogo i cori di scherno verso i calciatori, ovvero il “Fate ridere” che è partito già nel primo tempo del match di giovedì. Poi gli ‘Olè’ ai passaggi fatti dai giocatori della Fiorentina nella ripresa, per giungere alla reazione avuta dallo stadio dopo il rigore calciato in curva da Ilicic. Episodio superato? Questo finale di stagione ci farà capire se questa è una frattura sanabile o meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

18 commenti

  1. Secondo me montella dal punto di vista tecnico è un buon allenatore… Il suo problema è la saccenza e l’essere troppo permaloso… In altre piazze troverebbe ben altro tipo di contestazioni

  2. Mi auguro di no

  3. Bah. .. da fiorentino ho sempre reagito con ironia e sarcasmo alle avversità,fa parte di me. ..
    questa polemica su “meglio i fischi della derisione” è stucchevole e pretestuosa, saluti

  4. Non so se Montella conosca l’ODI ET AMO di Catullo, ma, da buon napoletano, certamente dovrebbe conoscere MALAFEMMINA di Totò, che pure a Catullo si ispira. Il vero tifoso AMA E ODIA insieme, non è capace di atarassia. Quando la squadra “inganna e tradisce”(le virgolette sono obbligatorie) il tifoso la insulta e la deride, come se fosse una donnaccia, pronto però a RIAMARLA e a CREDERLE CIECAMENTE quando lei promette che non lo deluderà più, fino al nuovo tradimento e al successivo giuramento.

  5. Montella non ha voluto capire la grande delusione dei tifosi quando hanno visto sfumare malamente l’ultima possibilità dopo un mese di sconfitte di vincere qualcosa in un anno vincibilissimo
    Deve ringraziare il senso civico e l’educazione dei tifosi anche se condita dal sarcasmo in altri lidi sarebbe scattato qualcosa di fisico
    In questo mese abbiamo assistito ad un inutile possesso palla pochi gol ed una difesa schierata come quelle di Zeman condito da presunzione di aver fatto + del dovuto

  6. a lavoro faccio sempre in modo di non sbagliare(sopratutto in questo periodo)e anche quando ho ragione mi limito a stare zitto e impegnarmi ancora di più figurati se ho addirittura colpa.Il mister invece vuole avere sempre ragione verso la società, i giornalisti ed ora anche con i tifosi ma senza rendersi conto che il rendimento della squadra e sceso già da più di un anno arrivando a toccare il livello più basso in questo periodo dell’anno.A parte Ilicic la squadra non era mai stata fischiata

  7. Lo pensavo anche dopo la partita (pessima) della squadra che si è letteralmente liquefatta dopo il 1 gol: possiamo fischiarli ed anche insultarli, ma gli olè al rigore sbagliato no!
    Nessuno paragoni le 2 partite col Siviglia allo 0-5 coi gobbi, ad esempio!
    Quelli potevano essere scimmiottati perchè per primi ci avevano umiliati, questi no!
    Hanno solo sbagliato, e quando hanno preso il 1 gol si sono arresi perchè erano scesi in campo per provare a fare l’impresa.
    Se avessero solo voluto salvare la faccia, senza la minima idea di voler pasaare il turno, certamente non avrebbero fatto una piega sullo 0-1.
    Come ho già detto, non ci hanno umiliati come hanno fatto in passato alcuni “ometti” che non erano degni di portare i nostri colori!
    Non abbiamo deriso chi lo avrebbe meritato, ed a maggior ragione non dovevamo farlo con loro.
    Nonostante le delusioni (tante) di quest’anno, rimane una buona stagione, piena di occasioni perse, in cui poteva girarci meglio, ed in cui la squadra ha sbagliato nei momenti topici.
    A febbraio-marzo ci sentivamo invincibili, e forse lo eravamo davvero, mentre adesso l’impressione è che stiamo solo aspettando che finisca l’agonia.
    Però il concetto espresso da Montella è giusto: puoi fischiarli, anche insultarli, ma deriderli no, perchè guardando tutta l’annata, hanno fatto grandi partite (Tottenham, Roma 2 volte, andata con la gobbentus in c.i., Dinamo Kiev, Inter, solo per dirne alcune), avuto tonfi clamorosi (gobbentus al ritorno di c.i., Parma, Cagliari e Verona su tutte), e hanno steccato contro avversari più forti e più in forma (Siviglia e Lazio).
    E nonostante i tonfi e le stecche, non hanno mai disonorato la maglia come aveva fatto altra gente in passato…

  8. Storico10 mi hai tolto le parole di bocca…..!!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*