Iakovenko, l’uomo più “fedele” del mercato viola

image

Tra tutti coloro che spesso rifiutano il rispetto del contratto, ce n’è uno che invece al suo accordo firmato con la Fiorentina nell’estate del 2013 ci tiene eccome: si tratta di Oleksandr Iakovenko, attaccante o centrocampista classe ’87, che i viola hanno cercato anche ieri di sbolognare dopo averne constato l’inutilità tecnica già in passato. L’ucraino vedrà il suo contratto scadere nel giugno del 2016 ed è di fronte alla prospettiva di guardare gli altri giocare per tutto l’anno: come riporta La Nazione però, negli ultimi giorni ha rifiutato diverse proposte e rimarrà così a Firenze a godersi il suo mezzo milione di ingaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. lui fà il suo….andateci voi in un altra squadra che vi offrono meno……con i 2500000che ha preso in 5 anni è apposto per tutta la vita…….uno normale non li prende nemmeno in 3 vite…
    e poi tutti insieme a 23 anni……

  2. anche io non capisco come un giocatore non abbia voglia di giocare…
    ormai contano solo i soldi..
    poi non ho capito xchè abbiamo rescisso con Hegazy, il nuovo Nesta!!!!!
    ma guadagnava 200.000, non lo si poteva dare in prestito o visto la penuria di centrali tenerlo????

  3. Per le regole circa la rosa di 25, uno degli stranieri è un esubero. Iakovenko, Bakic o chi?

  4. Non serve mettere KO il signor Salha, lui è già KO, avete notato come gioca nella Roma, avete visto che faccia fa quando viene sostituito, figuratevi quando rimarrà in panchina per tutta la partita

  5. Non capisco….ok i soldi ma un giocatore dovrebbe avere un minimo di voglia di giocare …giusto un minimo….bah

  6. Teniamolo in panchina. Al momento giusto lo facciamo alzare, e stendere con un ben assestato cazzotto uno dei tanti traditori che militano nelle altre squadre.
    Dopodiché verrà espulso e squalificato. Ma chi se ne frega, tanto non si usava.
    Per esempio, contro la Roma, potrebbe mettere KO Salah.
    Non è un comportamento sportivo?
    Siamo perfettamente d’accordo….. ma quello di Salah lo è stato?
    Occhio per occhio, dente per dente.
    Almeno Iakovenko così si guadagna la pagnotta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*