Questo sito contribuisce alla audience di

Il bomber che manca a Pioli ma la Fiorentina compensa con la solita cooperativa

Il grande bomber è una figura che manca alla Fiorentina dai tempi di Gilardino: molti gli attaccanti che si sono susseguiti dopo di lui, senza riuscire però, per un motivo o un altro, a rappresentare il riferimento assoluto in termini statistici. Ci si sono avvicinati Giuseppe Rossi, bloccato dal ginocchio, e Kalinic, fermatosi però a quota 15 la scorsa stagione. Poi tante illusioni da Mario Gomez e diversi marcatori “occasionali”, vedi alle voci Jovetic, Ljajic o Salah. E anche in questa fase di rifondazione si fatica a individuare il bomber, con Thereau che ha segnato quanto Simeone, in meno partite ma con due rigori, mentre l’argentino non ha trovato ancora la giusta continuità. La squadra di Pioli però ha segnato molto finora, con 21 reti in 12 partite e ben 10 marcatori diversi: è con la consueta cooperativa che la Fiorentina fa fronte all’assenza dell’attaccante in grado di segnare a ripetizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Luca63 sei andato davvero a dormire? Non vedo il tuo prevedibile refrain….

  2. tutti possono segnare, la cosa importante è vincere!! bisogna giocare per la squadra e non per se stessi!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*