Questo sito contribuisce alla audience di

Il buco da coprire al centro della difesa

Il difensore Tonelli. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Tra le richieste fatte da Stefano Pioli ai dirigenti della Fiorentina c’è anche un quarto centrale difensivo che possa completare un reparto che, al momento, vede la presenza di Vitor Hugo, Astori e Milenkovic. In questo senso restano comunque forti le candidature di Paletta, attualmente al Milan, e Tonelli, ex Empoli che non ha trovato però una sua dimensione a Napoli, nonostante vi fosse il suo mentore Sarri in panchina. Da non scartare affatto l’opzione giovane per la retroguardia (viene valutata l’opzione uruguaiana rappresentata da Augustin Rogel).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. francesco 1956-1969

    Prevedo che per il ruolo di centrale ci sia da attendere i risultati del lavoro che Pioli sta facendo con Illanes, che mi sembra troppo sottovalutato e che ha invece potenzialità fisiche e tecniche più che promettenti.Piuttosto concentrerei l’investimento su” terzini” destro e sinistro.

  2. Scusate ma perche” non usare Tomovic come riserva e prendere un terzino decente.

  3. Tonelli ha sempre avuto astio per la Fiore e x questo non mi piace….non parlo di tecnica,solo di antipatia a pelle…lascerei perdere poi Paletta,occorre prendere gente che sicuramente ti da’ un certo rendimento…insomma pochi ma buoni.

  4. Se dovessi prendere comunque un centrale punterei su questi due nomi Upamecanu del Lypsia o Sarr del Nizza.

  5. Mi chiedo come si può solo pensare di prendere Paletta che negli ultimi due anni ha fatto pena , tanto valeva tenersi Gonzalo no……………… Tonelli potrebbe essere quello giusto ma ad un prezzo giusto 4-5 ml non di più , dall’Uruguay l’unico giovane che prenderei è De La Cruz il resto lasiamo perdere abbiamo ancora in casa le varie ciofeche Baez Schetino ecc.

  6. Ora in quel reparto ci vuole una figura proprio tipo Paletta o Tonelli la gioventù di belle speranze c’è con Milenkovic e la scommessa pure con Hugo per cui occorre una certezza per ogni evenienza .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*