Questo sito contribuisce alla audience di

Il capocannoniere viola a caccia del poker

Tre-reau. Come scrive la Gazzetta dello Sport, per la prima volta da quando è in Italia, Thereau ha segnato nelle prime tre giornate di A. Due reti per l’Udinese, una su rigore nell’esordio con la maglia della Fiorentina a Verona. Nel novembre 2016 riuscì persino ad andare in gol per 4 partite consecutive. Obiettivo che cercherà di eguagliare oggi assaggiando per la prima volta da viola il prato del Franchi. Tra l’altro i gol stagionali sono 4, considerando l’acuto in Coppa Italia. Alla Fiorentina serviva qualcosa in ambito di esperienza per completare il reparto, un giocatore in grado di segnare, aiutare i compagni, ma anche stare al proprio posto. L’idea che ha portato la dirigenza viola a spingere per l’acquisto di Thereau ha della logica. Complice l’infortunio di Eysseric, Pioli lo ha subito eletto titolare. Il francese ha risposto presente in una partita rivelatasi anche troppo semplice. Le sensazioni però vanno oltre la debolezza dell’avversaria e quello che tatticamente l’ex Udinese è stato in grado di fare è piaciuto un po’ a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. L’importante è che si vinca, poi chi segna non importa. Bisogna vivere le partite da squadra e non da singoli. I singoli mettano le loro qualità ai fini del risultato di squadra.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*