Questo sito contribuisce alla audience di

Il colpo di coda di Wolski e una cessione che (forse) si allontana

Ha stupito tutti Montella alla vigilia della trasferta contro il Sassuolo quando ha dichiarato che Rafal Wolski era il giocatore che più lo aveva impressionato in quanto la sua crescita era ed è tuttora continua e incoraggiante. E la riprova l’abbiamo avuta quando, sempre contro i neroverdi, l’allenatore della Fiorentina gli ha concesso qualche minuto nel finale, nei quali comunque il polacco ha fatto vedere due o tre cose interessanti. Dunque non è così scontata una partenza di Wolski a gennaio, visto che lo stesso Montella sul finire della conferenza stampa già ricordata, sempre parlando del polacco, ha detto che diventerà sicuramente una pedina fondamentale della squadra, bisogna solo capire quando. Wolski resta un patrimonio della Fiorentina che vede in lui molto di più di quanto possiamo vedere noi dall’esterno, ma visti i ‘miracoli’ di Montella c’è da scommettere che abbia ragione lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Wolski mi garba un monte, c’è un video su internet nel quale si osservano tutte le sue potenzialità. Non vendiamolo perchè questo diventerà un fenomeno. Ricordo che anche il BORUSSIA DORTMUND era interessato a lui prima di arrivare a Firenze

  2. marcolucania1973

    BRAVISSIMO FRANCO48 !!!!!!!!! D’ACCORDISSIMO CON TE !!!

  3. Chi convince il mister, con le proprie prestazioni, è giusto che resti!!

  4. Montella è il vero valore aggiunto di questa Fiorentina.
    Fidiamoci delle sensazioni di Montella: il quale dice che il ragazzo ha potenzialità, quindi lasciamolo lavorare in santa pace. Il ragazzo è giovane e se ha la voglia di volersi affermare nel calcio che conta deve ascoltare il proprio Mentore, altrimenti vada dove meglio crede, ma non troverà mai un mister come Montella. Basta ricordarsi di Ljajic, della rinascita di Vargas, di Matos e di Neto che comincia piacere anche ai disfattisti.

  5. Le squadre di Trapattoni con 11 titolaro credo che siano finite. Ora et labora o labor omnia facit scegliete voi quale detto benedettino preferite. un calciatore firma un contratto , poi verrà valutato: Iakovenko, Vecino e Alonso non hanno ben figurato sotto gli altri…

  6. E’ questo sarebbe il miracolo top. Se Wolsky è bravo come penso, dopo, subito Santo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*