Il comunicato della Curva Fiesole: “Più volte ci siamo trovati davanti a promesse non mantenute e non ci piace essere presi in giro”

Con questo comunicato, i gruppi organizzati della Curva Fiesole, vogliono chiarire la propria posizione verso la società.

Premettiamo che nel comunicato fatto alla fine dello scorso campionato abbiamo già sottolineato qual è il nostro pensiero. Lo vogliamo ribadire.

Il primo punto è la chiarezza. Più volte ci siamo trovati davanti a cose dette o paventate e poi non mantenute: “Non ci sarà ridimensionamento” “il monte ingaggi non sarà abbassato” e cosi via…. Abbiamo notato con piacere che almeno qualcuno si è presentato in sala stampa per assumersi le proprie responsabilità. Non è un calcio mercato sottotono che può scalfire la nostra passione ma sia chiaro non ci piace essere presi in giro e ci siamo visti promettere cose che poi non sono state mantenute.

Il malumore in città si sente, è nell’aria, è di tutti e non solo dei ragazzi della curva, e crediamo derivi soprattutto dal vedersi allontanare quella possibilità di raggiungere obiettivi importanti, di vincere qualcosa per intenderci.

L’altro punto per noi ancor più importante di cui abbiamo parlato anche con la società è quello di riportare la Fiorentina e i suoi giocatori in mezzo alla gente, senza barriere di sorta. Abbiamo chiesto che almeno 2-3 volte al mese gli allenamenti siano aperti, che i giocatori siano presenti alle feste e alle cene dei vari Viola Club, che la squadra torni ad essere l’estensione dei valori della nostra città.

Da questo punto di vista qualche passo in avanti lo abbiamo visto anche a Moena dove i giocatori si sono soffermati con la gente e almeno un allenamento aperto c’è stato tra l’altro con circa seimila persone presenti. Vogliamo continuità.

La Fiorentina non è un’azienda “normale” . La Fiorentina è una passione un amore indissolubile con la sua gente e i 20.000 abbonamenti lo dimostrano. Se eravamo “clienti” con le figure di merda fatte in estate nessuno avrebbe rinnovato la fiducia. Ma quando si ama non si molla. Noi ci saremo sempre. Ed è per questo che vorremmo fosse chiaro che la Fiorentina ha una storia, è nata nel 1926 e non nel 2002. La proprietà è testimone di questa storia e vogliamo che sia rispettata nonché valorizzata ogni giorno..

Detto questo noi vogliamo chiarire un ultimo punto:

Noi saremo sempre a fianco della squadra, ci saremo in casa e in trasferta a sostenere la Fiorentina dal primo all’ultimo minuto per far si che ogni giocatore, dal più forte al più scarso, si senta importante e in campo dia tutto, fino all’ultima goccia di sudore. Non c’è calcio mercato che possa scalfire il nostro amore, nessuno deve approfittarsi di questo però.

Adesso rimbocchiamoci tutti le maniche, ognuno secondo le sue competenze e i propri ruoli, cercando di portare la Fiorentina sempre più in alto!

AVANTI FIORENTINA, AVANTI FIRENZE!

Curva Fiesole

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. PAROLE GIUSTE….NON RITENGO CHE DELLA VALLE SI INQUIETI ….RICORDIAMO CHI SEGUE IL CALCIO IN PASSATO PRESIDENTE IN PRIMA LINEA,COME FERLAINO, SENSI, MANTOVANI … ERANO ASSIDUI NELL’EVOLVERSI E NELEL SCELTE, MA CON GRINTA SELVAGGIA….PASSIONE PURE…VOGLIA DI VINCERE…DI BATTAGLIARE…PROPRIO L’ANIMO MOSTRATO DAI DELLA VALLE IN QUESTO MONDO DEL CALCIO LI HA MESSI NEI GUAI CON CALCIOPOLI ED ANCHE LE INUTILI GUERRE SOLITARIE IN LEGA…LE GUERRE SI FANNO TROVANDO ALLEATI PRIMA…

  2. Che palle sti tifosi….ma fate i tifosi altrimenti andate all ikea

  3. Cattivoni che sono quelli della curva contro i poveri DV , i quali gli farei provare le contestazioni delle tifoserie della Roma e del Napoli per vedere la differenza .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*