Questo sito contribuisce alla audience di

Il declino al Cuadrado di una squadra ufficialmente provinciale

Giudizio duro quello del giornalista Stefano Olivari, che dal blog guerinsportivo.it emette la sua sentenza sulla Fiorentina, ridimensionata e appellata definitivamente come “provinciale” dopo la cessione di Cuadrado: “Cedendo Cuadrado al Chelsea la Fiorentina ha ufficializzato che la sua dimensione rimarrà provinciale per tutto il resto dell’era Della Valle, al di là di 33 milioni di euro che fanno piacere ai proprietari ma che per il rafforzamento della squadra significano poco visto che un campione da 33 milioni ha un effetto trascinamento superiore a 3 buoni giocatori da 11, con la somma degli ingaggi che nel medio periodo zavorrerà le casse sociali più dei 6 milioni lordi concessi al colombiano in estate, quando già lo voleva mezza Europa e lui aveva espresso il suo scontento per le prospettive sportive ma soprattutto per l’ingaggio (all’epoca meno di un quinto rispetto a quello attuale). Va detto che la Fiorentina lo avrebbe perso in ogni caso, la sua clausola rescissoria era di poco superiore ai 33 milioni, quindi alla fine ha minimizzato il danno incassando per sei mesi e forse più le prestazioni di un giocatore forte (ma ritenuto marginale da Mourinho) come Salah. In altre parole, il ridimensionamento non è stato cedere Cuadrado, cessione imposta dalle circostanze, ma non avere creato una squadra e un ambiente attraenti per uno del suo livello. Risparmiamo i discorsi sul calcio italiano che perde una delle sue poche stelle con appeal internazionale, sul declino, sulla serie A di una volta, eccetera, perché ogni club ha una sua storia. E quella ormai finita fra Cuadrado e la Fiorentina dice diverse cose. La prima: non è una banale questione di soldi, anche se Cuadrado al Chelsea guadagnerà il 50% in più, i grandi giocatori oggi vogliono soprattutto visibilità sui grandi palcoscenici. La serie A non lo è, quindi in questa logica le uniche italiane ‘accettabili’, soprattutto per i giocatori di nazionali senza speranze di vincere un Mondiale, sono quelle che giocano la Champions League. Lo stesso Cuadrado, alla Juventus ma anche alla Roma, avrebbe avuto un’altra faccia. La seconda: i tifosi, adesso parliamo di quelli viola ma potremmo fare altri esempi, sono i veri sconfitti di queste vendite di metà stagione. Quanti dei 23mila abbonati della Fiorentina avrebbero creduto in estate nel ‘progetto’ in caso di cessione di Cuadrado? La terza: il declino del calcio italiano è un discorso psicologico, prima ancora che economico e tecnico, perché la Fiorentina rimane una discreta squadra (una delle tante che può ambire al quinto posto) e con un numero di giocatori offensivi notevole: Babacar, Gomez, Joaquin, i neo-arrivati Diamanti, Gilardino e appunto Salah, talenti come Rossi e Bernardeschi che dovrebbero rientrare prima di fine stagione. Insomma, dire che Montella dopo la partenza di Cuadrado ha una brutta rosa è assurdo. Però è vero che la Fiorentina è una squadra di passaggio di un campionato di passaggio, i tifosi intelligenti lo capiscono e guardano il calcio con altri occhi. O non lo guardano più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

50 commenti

  1. Le solite critiche da giornalai che ci godono a dire cappellate hanno fatto benissimo a venderlo

  2. E perchè mai l’amico giornalista parla di squadra in lotta per il 5° posto? vista la partita di domenica con la Roma credo proprio che ce la potremo giocare fino in fondo per il 3° posto, con o senza Cuadrado… per caso il Napoli ci è così nettamente superiore? i 5 punti di distacco con un girone di ritorno intero da giocare sono poca cosa…. Forza viola!!!

  3. la cessione di cuadrado e’ stato un grande affare per la viola, per chi vuol capire.. con o senza di lui non arriveremo mai al 3 posto ed e’ stato quindi giusto venderlo. A giugno possiamo prendere fernando o un altro forte centrocampista. Noi siamo provinciali, ma lo sappiamo benissimom cio’ non significa poter lotatre per certi obbiettivi, basta semplicemente prendere due o tre giocatori mirati e non vecchi, ne’ rotti..

  4. Ma come si permette questo giornalista di dire queste cose??? E’ lui un giornalista provincialotto, per 33 mln di euro era giusto vendere un giocatore come Cuadrado!!! Perché se avesse continuato a giocare fino a giugno come stava giocando in queste ultime partite, 33 mln non glieli avrebbero mai dati alla Fiorentina. Voglio vedere se la Juve riuscirà a trattenere Pogba…se si avvicinano squadre come il Real Madrid o il PSG… ma mi faccia il piacere!!!! Forza Viola Sempre!! Forza

  5. Ma che ca… Diceeee!! I della valle hanno fatto benissimo. Ora abbiamo soldi per comprare centrocampista e abbiamo salah a giugno sono sicuro arriverà un gran giocatore. Ho un solo PRESIDENTE!!

  6. Mi pare un’analisi alquanto stupida e facilotta,forse con una puntina di invidia perché la sua squadra del cuore(chissà quale sarà),non ha,ne potrà mai avere un calciatore che valga neppure la metà di Cuadrado. In Italia,purtroppo,attualmente nessuna squadra,ripeto NESSUNA SQUADRA,può permettersi di rifiutare una valutazione superiore al reale valore di mercato di un proprio calciatore. Benatia la scorsa stagione e’ stato di gran lunga il più forte difensore della serie A,e valeva almeno 20 milioni di euro. Per cui la Roma non ha potuto sottrarsi alla sua cessione visto che il Bayern gli ha proposto ben 26 milioni in contanti. Lavezzi e’ stato devastante nella sua ultima stagione a Napoli,e valeva almeno 30 milioni di euro,per cui a fronte dei 34 milioni offerti dal PSG,era impossibile che i partenopei rifiutassero tale offerta. Pogba,per età,per ruolo,per tecnica e personalità,vale oltre 60 milioni di euro,per cui nonostante che Marotta o gli altri dirigenti bianconeri si affannino a dire che lui è incedibile o che lo venderanno soltanto a cento milioni, se gli arriva un offerta da 65/70 milioni di euro cash,lo cederanno in tre secondi netti. Cuadrado(quasi 27 anni,non 19),che ha disputato un mondiale in calando(l’ultima partita e’ stato inguardabile),e questa prima metà della stagione come fosse un discreto calciatore e niente di più,poteva valere tra i 25 ed i 30 milioni di euro e per un offerta di 26/27 milioni la Fiorentina poteva anche avere dei dubbi sulla sua cessione,ma per 33 milioni in contanti + 4 milioni di bonus + più il prestito gratuito(con ingaggio pagato)di un buon elemento come l’egiziano,sarebbe stata veramente una società ridicola a rifiutare un offerta del genere. Purtroppo attualmente questa è la dimensione dell’Italia del calcio,mentre l’Inghilterra vive il suo momento di splendore. Ma la storia è ciclica e si ripete,per cui magari tra qualche anno sarà la Germania ad essere la più ricca oppure la Spagna,o magari ritoccherà all’Italia come negli anni a cavallo tra gli ’80 ed i ’90. Allora forse Pogba,Benatia,Lavezzi,Cavani,Cuadrado,Thiago Silva etc…non stanno ceduti e Anzhi arriveranno anche altri come loro. Ma non adesso.

  7. Ma questo signore, dove vive? Non lo sa che le società ormai non hanno nessun potere, il procuratore di Cuadrado non è riuscito a venderlo in estate e ci è riuscito nel mercato di gennaio? Inoltre quest’anno alla stadio avevamo la netta sensazione che si doveva giocare con 2 palloni, uno per la partita e uno per Cuadrado? Pertanto visto che abbiamo trovato chi lo comprava è stato meglio cosi!

  8. Ha detto una verità su questa faccenda chi c’ha perso siamo noi tifosi questa è la verità.

  9. Vero. Ormai il tifoso guarda con occhi disicantati la viola. I della valle hanno ridotto la viola al livello delle calzature Bata

  10. Visto che il terzo posto è quasi una chimera,allora ha fatto benissimo il ciabattaro a venderlo il quadrado a giugno avrebbe forse preso un 20mil€ non di più.
    Arriveranno una volta incassato i rinforzi adeguati ???

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*