Questo sito contribuisce alla audience di

Il deficit d’attacco

Come riportato da La Nazione, la situazione per l’attacco della Fiorentina pare essere leggermente poco armoniosa. Questo perché Iakovenko non ha ancora dimostrato niente, così come Rebic (entrambi hanno totalizzato pochissimi minuti di gioco), così come Rafal Wolski. E Montella, per questo, ripone maggior fiducia in Mati Fernandez pur non essendo quest’ultimo un attaccante di ruolo. Molti dunque i “bocciati”, o comunque i rimandati. Anche se non sappiamo quando ci sarà, per loro, il prossimo esame di riparazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. E pensare che Wolski era arrivato come il nuovo Baggio.

  2. Nell’ articolo si sono dimenticati del secondo più costoso acquisto della stagione. Quello si che è un bidone. Almeno gli altri sono arrivati a costo zero o quasi; invece per lo sloveno sono stati spesi 10 milioni e l’ arrogante si porta pure a casa uno stipendio di 1,2 milioni netti all’ anno.
    Questa operazione non mi è piaciuta, sopratutto perché è arrivata dopo che la società aveva dichiarato a Ljajic che bisognava rispettare certi equilibri di spogliatoio.

  3. Mha io nn degraderei completamente rebic. Alla fine praticamente nn ha mai giocato.

  4. enrico(il saluzzese)

    Quando un giocatore è una ciofeca come quelli riportati nell’articolo puoi aspettarli quanto vuoi. Mandarli a spasso e sostituirli con giocatori veri ecco cosa bisognerebbe fare! Ma sappiamo che non ci sono risorse e quindi ci conviene stare buoni.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*