IL DOTTOR SOUSA, LA TREMARELLA DEI TIFOSI E LA CURA ALL’ANSIA

C’era una volta la Fiorentina che metteva ansia. Avete presente quello stato emotivo di preoccupazione o, addirittura, paura che da un momento all’altro possa accadere qualcosa di terribile? Ecco, la Fiorentina dell’ultimo campionato ci aveva lasciato con questa fastidiosa consuetudine. Magari alla fine vittoriosa, ma spesso pericolante. Un continuo di tuffi al cuore che neanche sull’ottovolante. Oppure metteva ansia per quel giro palla rallentato ed insistito, che stentava a farsi strada fra le maglie avversarie. E i tifosi, con lo stomaco ridotto ad una prugna, che seguivano l’inesorabile trascorrere del tempo senza che, non il gol, ma almeno l’azione da gol sgorgasse improvvisa. Il problema è che la Fiorentina firmata dallo stilista portoghese Paulo Sousa ha cambiato veste, ma i tifosi fanno fatica ad abbandonare la tremarella alla quale si erano da tempo assuefatti, convinti che per chi ha il viola nel cuore la sofferenza fino all’ultimo secondo sia una costante ineliminabile. Così perfino sul quattro a zero al Frosinone c’è chi ha fatto un sobbalzo al gol della bandiera dei ciociari. Quando si subiscono traumi psicologici così insistiti è complicato venirne fuori. Eppure, partita dopo partita, il dottor Sousa ci sta curando collettivamente da questi sintomi. La squadra domina senza esporsi. Trasmette calma ed invita alla fiducia. Ricarica la propria e le nostre batterie di autostima. Stempera ogni tensione più del Lexotan o del Tavor. Tuttavia, a voler essere precisi, mette ancora molta ansia. Ma agli avversari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. francesco matteini

    Sfido Alessandro e I’m bored a trovare un mio articolo su Fiorentinanews o sul mio blog, pre o post campionato nel quale critico il gioco della Fiorentina, Sousa o la società per aver scelto il portoghese come allenatore (che anzi ho difeso apertamente dalle accuse di ex gobbo). Ma è una sfida che vinco facile, perché un articolo di questo taglio non esiste. Per quanto riguarda i carri, io non ci salgo ne vi scendo. Faccio il giornalista, non il passeggero.

  2. Volevo scusarmi con Mr Sousa , credevo che fosse un allenatore modesto, per fortuna mi sono sbagliato trovo che sia veramente una persona molto intelligente , dedita al lavoro complimenti e buon lavoro Mr.

  3. Redazione ma riguardo al post di Alessandro non vedo molte cose fuori luogo…come dice lui provate a rilleggervi i suoi commenti precampionato.Saluti

  4. Sono sicuro che il parere negativo di molti sui nostri difensori sia nato e cresciuto sulla pessima figura che Montella li costringeva a fare a causa della sua incapacità a organizzare la fase difensiva. Troppo volte i vari Roncaglia Tomovic Pasquale ( tutti nazionali) sono stati
    bollati come brocchi, presi come erano spesso d’infilata ,dai contropiedi avversari .I tre su menzionati non sono fenomeni, ma come si può constatare oggi , buoni giocatori sottovalutati a Firenze grazie. Montella.

  5. Sono d’accordo sui verbi. Ma che anche il dott.Matteini cerchi di salire sul carro è innegabile. È ora come la mettiamo con l’onesta’ intellettuale che avrebbe richiesto almeno un riconoscimento di errato giudizio? O mi sbaglio ?

  6. Ma qualcuno sta pensando di prolungare il contratto di Paolo Sousa? E’ un fenomeno, non facciamocelo portar via. Adeguiamogli il compenso subito.
    Se Mancini guadagna 5 milioni all’anno, quanto dovrebbe guadagnare un fenomeno come lui?
    Oltretutto con lui è raddoppiato il valore di tutta la squadra.

  7. Guarda guarda, il grande giornalista che non mette due verbi insieme, tutto ad un tratto si mette a lodare la Fiorentina e Sousa!! Ma bravo, Le raccomando di riguardare is puoi posts precampionato e rileggerli attentamente, la coerenza non si compra in macelleria o al centro commerciale….!!
    Si può dire tutto su Matteini, fuorché non sappia mettere due verbi insieme. Riteniamo il suo commento molto fuori luogo. Redazione

  8. O Matteini, curatiiiiii

  9. Verissimo… Io ad esempio mi aspetto ancora che Edmundo vada al carnevale di Rio…

  10. Ciao a tutti i tifosi. Io dico che Roncaglia e Tomovic vadano da noi aiutati a crescere e noi, dare fiducia. Abbiamo incassato meno reti di molte altre squadre. Vi invito a vedere, partita per partita la crescita che ha fatto Roncaglia. Gli errori come quello di domenica non si deve fare ma può succedere. Lui ha bisogno come il pane, della fiducia di tutti. Crescerà lui come Tomovic o qualche altro. Diamo incitamento a chi veste questa maglia e questo farà la differenza a favore della nostra squadra. Il mister sta dando fiducia e sta ottenendo risultati. Perché non dovremo farlo noi? FORZA VIOLA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*